Dimensione testo

Ridimensionare un gruppo di immagini con PIXresizer

  • Lunedì, 15 Gennaio 2018 09:10
  • Scritto da

Quest'oggi vedremo come ridimensionare rapidamente un gruppo di immagini con un programma ad hoc: PIXresizer.

Per diversi motivi possiamo avere la necessità di cambiare la dimensione delle nostre immagini. Chi sviluppa siti Web ad esempio, quando costruisce una galleria fotografica, deve creare una pagina con le anteprime (o minuature) delle immagini della galleria.

Questo programma ci consente in pochi semplici passi, di ridimensionare in modo automatico un gruppo di immagini.

Ecco come fare.

Per prima cosa scarichiamo il file di installazione da qui; decomprimiamo l'archivio e installiamo il programma.

A questo punto, quando apriamo l'applicazione, si presenterà la seguente interfaccia:



Per ridimensionare automaticamente più files clicchiamo sulla scheda "Work with multiple files":



A questo punto dobbiamo specificare la cartella dove si trovano le nostre immagini cliccando su "Source"; si aprirà una finestra da cui possiamo selezionare la nostra cartella:



A questo punto dobbiamo specificare la cartella di destinazione dei nostri files ridimensionati; cliccliamo sul pulsante "Destination" e comparirà la seguente finestra; per creare una nuova cartella clicchiamo sul pulsante "New Folder":



A questo punto dobbiamo specificare la nuova dimensione  delle nostre immagini nella sezione evidenziata:



Fatto ciò clicchiamo sul pulsante "Save Pictures":



Attendiamo qualche secondo...



Al termine dell'elaborazione comparirà la seguente finestra di avviso:



Per uscire dal programma clicchiamo su "Exit":



Il gioco è fatto ;)

Come scoprire se un'immagine è stata ritoccata

  • Lunedì, 15 Gennaio 2018 09:08
  • Scritto da

Con la guida di oggi proveremo a scoprire se un'immagine è originale o è stata ritoccata.

Come sappiamo su Internet è possibile trovare immagini di ogni tipo, la cui genuinità è spesso messa in discussione anche dal fatto che ormai chiunque può utilizzare un semplice programma o sito di fotoritocco per modificarle.

Il più conosciuto e professionale programma di ritocco delle immagini Adobe Photoshop è solo un esempio, ma vi sono decine di altri programmi gratuiti o siti Web che consentono un editing delle immagini direttamente online.

Gli utilizzi?!?In diversi casi i ritocchi sono effettivamente necessari per eliminare dei difetti momentanei che risultano particolarmente visibili. Spesso sono utili come la rimozione dei caratteristici occhi rossi dalle fotografie, ma ancora più spesso troviamo volti ringiovaniti, denti bianchissimi, celluliti che scompaiono, girovita più snelli, muscoli ingrossati ecc...

I dati
Exif

E' importante sapere che le anteprime dei file jpeg sono memorizzate sottoforma di informazioni Exif, una specifica per il formato di file immagine utilizzato dalle fotocamere digitali.

I tag di metadato definiti nello standard Exif coprono un vasto spettro includendo:

- Informazioni di date ed ora. Le fotocamere digitali registrano la date e l'orario corrente in questi metadati.

- Impostazioni della fotocamera. Queste includono informazioni statiche come il modello ed il produttore della fotocamera, ed informazioni varie per ciascuna immagine come l'orientamento, l'apertura, la velocità dello scatto, la lunghezza focale, il bilanciamento del bianco, e le informazioni di velocità ISO impostate.

- Una miniatura per visualizzare un'anteprima sul display LCD della fotocamera, nei file manager, oppure nei software di fotoritocco.
- Descrizioni ed informazioni di copyright.

E' possibile recuperare in parte le informazioni modificate attraverso questo sito:
http://regex.info/exif.cgi



Basta caricare il file cliccando sul pulsante "Sfoglia..." e poi cliccare su "View Image From File".

Comparirà l'anteprima su cui è possibile effettuare uno Glossary Link zoom anche se la qualità è scarsa, ma sufficiente per vedere le modifiche.

Ecco un esempio pratico! Ho cancellato uno dei personaggi della foto con Paint (senza perderci troppo tempo!) e poi ho fatto analizzare la foto al sito:



Dall'anteprima risulta ancora la versione originale della foto:


Tuttavia, esistono dei software che consentono di modificare questi dati, come ad esempio Opanda PowerExif Editor, ma indirizzati soprattutto ad un pubblico di professionisti poichè sono distribuiti solo a pagamento.

Le alternative gratuite sono Exifer (l’ultimo aggiornamento risale al lontano 2002) e Exif Date Changer, che però limita la modifica, come si evince dal nome, solo alla data in cui è stata scattata la foto, e risulta molto utile nel caso in cui vi siate accorti di aver impostato una data errata sulla fotocamera.

JPEGsnoop

JPEGsnoop è un programma che analizza le immagini per rilevare tutti i dati contenuti all’interno dei campi che il file può contenere, con lo scopo di fornire utili informazioni come i dati Exif e Iptc, ma anche la tipologia di compressione usata e una stima della qualità di compressione.

Una funzione utile è stata introdotta attraverso il confronto dell’immagine con il database delle signature di compressione di moltissimi algoritmi e software. In questo modo si possono identificare manipolazioni delle foto non rilevabili a occhio nudo: se una immagine è stata compressa con l’ Glossary Link algoritmo utilizzato da Photoshop è altamente probabile che sia stata manipolata!


Il programma è gratuito ma in Inglese e si può scaricare da questo link:
JPEGsnoop 1.4.2

Installiamolo e si presenterà la seguente interfaccia; per aprire un'immagine basta trascinarla direttamente dentro questa finestra o importarla dal menu File>Open image...





Spostiamoci quindi nelle ultime righe dell'analisi per leggerne il responso. Se troviamo le diciture Class 1 – Image is processed/edited o Class 2 – Image has high probability of being processed/edited, l’immagine è stata ritoccata.

Se invece appare la dicitura Class 3 – Image has high probability of being original, l’immagine probabilmente è originale.

La dicitura Class 4 – Uncertain if processed or original indica che il programma non riesce a capire se la foto è stata ritoccata o meno.

Partiamo comunque dal presupposto che anche un semplice ridimensionamento dell'immagine originale con un qualsiasi programma visualizzatore viene considerato come editing; come possiamo vedere dall'analisi della seguente immagine infatti, se leggiamo le ultime righe possiamo trovare il riferimento ad ACDSee, un noto visualizzatore con cui ho ridotto l'immagine senza modificarla:






Per il test ho cancellato uno dei protagonisti della foto con Photoshop:



Il programma lo riconosce subito:



Vediamo adesso cos'altro ci propone il Web!

Image Error Level Analyser

Image Error Level Analyser è un servizio gratuito che offre la possibilità di scoprire le foto manipolate. E' molto semplice da utilizzare; basterà infatti inserire il link della foto postata sul Web o caricarla dal proprio pc sfruttando uno dei tanti servizi di image- Glossary Link hosting, (il sito ci suggerisce http://imgur.com/). A questo punto se la foto è stata ritoccata noterete dei punti più luminosi esattamente nelle aree manipolate.

Per prima cosa carichiamo la foto su imgur cliccando sul pulsante " Glossary Link Browse":



Andiamo avanti cliccando su "Continue":



Copiamo quindi il link dell'immagine:



E incolliamolo nel campo di Image Error Level Analyzer:
http://errorlevelanalysis.com/

Clicchiamo quindi sul pulsante "Process":



Il risultato dell'analisi sarà un’immagine praticamente tutta nera se non ha subito modifiche altrimenti noteremo varie linee viola o zone bianche.


Questo servizio sfrutta la tecnologia dal quale prende il nome, la ELA, Error Level Analyzer, che consiste nel salvataggio dell’immagine volontariamente ad un grado di errore prestabilito, come ad esempio il 95%, e successivamente il salvataggio al 100%.

Successivamente a questa fase le due foto vengono confrontate e verranno analizzati i cambiamenti in base ai quali è possibile scoprire le foto ritoccate.

Nel caso la vostra foto non è stata ritoccata l’immagine risultante che vedrete avrà un colore uniforme, mentre nel caso la foto ha subito ritocchi si potranno osservare punti luminosi e aree illuminate in presenta di quelle parti che sono state ritoccate.

I risultati dei test tuttavia non sono soddisfacenti; vediamo di seguito questa immagine da cui ho cancellato un aereo:





L'immagine originale risulta così prima dell'analisi:



L'immagine modificata risulta così:



Se analizziamo l'immagine precedente le cose non cambiano...



In conclusione non esiste una procedura sicura al 100% che ci consenta di avere delle risposte certe viste tutte le possibilità che ci sono per modificare una foto qualsiasi in brevissimo tempo. Chi lavora con la grafica probabilmente non avrà grosse difficoltà a rendersi conto se una foto è ritoccata, ma quanto meno adesso conosciamo alcuni degli strumenti che ci possono aiutare a smascherare i famosi Fake (falsi)!

Ridurre le dimensioni di una gif animata

  • Domenica, 14 Gennaio 2018 19:39
  • Scritto da

Vi è mai capitato di dover ridimensionare una GIF animata? Per modificare le dimensioni di questi tipi di files, non è sufficiente un normale programma di grafica, ma ce ne vuole uno specifico, come Animation Shop oppure Gif Animator.

Questo perchè una singola GIF animata è composta da una serie di fotogrammi che costituiscono in sequenza l'animazione stessa.

Se ridimensioniamo il file con un qualsiasi programma di grafica, infatti, il risultato sarà un'immagine statica, senza animazione.

Come fare allora?

Semplice! Ulitilizziamo uno dei vari servizi online ad hoc, come quello proposto dal seguente sito:

http://www.smileygenerator.us/t/gifresize/index.php



La procedura è molto semplice; per prima cosa importiamo l'immagine da ridimensionare cliccando sul pulsante "Sfoglia...":



Per il tutorial ho scelto un'immagine di Homer Simpson:



A questo punto scegliamo la nuova dimensione del file (io ho scelto 1/6 dell'originale):



Clicchiamo sul pulsante "Send" e attendiamo:



Dopo qualche secondo in fondo alla pagina troveremo il file originale e quello modificato:




Salviamo il file cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse.

Ecco il risultato!



Se lo desideriamo possiamo specificare anche una dimensione manuale scegliendo l'opzione "Manual Resize":



E' possibile inoltre applicare una serie di effetti come possiamo vedere nell'apposito menu:



Ecco ad esempio il risultato dell'effetto B&W (Bianco e Nero):

Il gioco è fatto ;)

Creare un effetto di pioggia animata con Photoshop

  • Domenica, 14 Gennaio 2018 19:37
  • Scritto da

Creare un effetto di pioggia animata con Photoshop CS6

Oggi vedremo come creare un effetto di pioggia animata su un'immagine con Photoshop CS6.

Mettiamoci subito a lavoro!Per il tutorial ho scelto un'immagine notturna nuvolosa.


Per prima cosa apriamo l'immagine su cui vogliamo applicare l'effetto (dal menu File>Apri o trasciniandola direttamente nell'area di lavoro), e convertiamola in livello cliccando due volte sul livello sfondo:



Creiamo un nuovo livello e riempiamolo di colore nero con la combinazione di tasti ALT+BACKSPACE



Apriamo il menu Filtro>Disturbo>Aggiungi disturbo e impostiamo i seguenti parametri: quantità 100%, "distribuzione Gaussiana" e mettiamo un segno di spunta su monocromatico:



Andiamo di nuovo su Filtro>Sfocatura>Effetto movimento e impostiamo i seguenti parametri: Angolo a 65° e distanza 20 pixel (potete modificare i valori a vostro piacimento):




Apriamo quindi il menu Immagine>regolazioni>Valori tonali ("Livelli" nelle versioni precedenti del programma) e impostiamo i toni scuri a 90, i mezzitoni a 1,00 e le luci a 255 e confermiamo con OK;



Ecco il risultato:

Impostiamo il livello di fusione dell'immagine su Scolora:



Ecco il risultato:

Copiamo il livello 4 volte (anche 3 vanno bene), rinominiamo i livelli creati e assegnamo una dimensione e una posizione diversa a ogni nuovo livello (riempiendo sempre l'intera area del livello):



A questo punto apriamo il menu finestra e clicchiamo su "Timeline":

Da qui clicchiamo sul pulsante Crea animazione fotogramma:







Creiamo 3 fotogrammi cliccando sul pulsante "Duplica i fotogrammi selezionati" accanto all'icona del cestino:

Per ogni fotogramma disabilitiamo due livelli a scelta (tra quelli della pioggia) cliccando sul simbolo dell'occhio:



Impostiamo il tempo tra un fotogramma e l'altro di 0.2 secondi e controlliamo che la durata del ciclo sia impostata su "Sempre"; vediamo il risultato cliccando sul simbolo Play:



Proviamo varie combinazioni, e quando siamo soddisfatti salviamo il file cliccando su File>Salva per Web utilizzando il formato GIF:



Ecco il risultato finale:

Categorie tutorial