Dimensione testo
Webmaster

Webmaster (4)

In questa sezione trovate trucchi e tutorial per Webmaster

Avete realizzato il vostro sito di e-commerce con Woocommerce e volete testare un acquisto e il relativo pagamento con Paypal? Oggi vi spiego come effettuare una transazione di test con la Sandbox di Paypal.

La Sandbox è un ambiente virtuale che ci consente di simulare transazioni con un account di tipo Privato e/o Business che possiamo personalizzare a nostro piacimento.

Vediamo subito come procedere. Apriamo il pannello di controllo di WordPress e clicchiamo su WooCommerce>Impostazioni:



Spostiamoci nella scheda Pagamenti:



Nella sezione Paypal clicchiamo sul pulsante Configura:


Mettiamo una spunta su Abilita la Sandbox di Paypal e salviamo la modifica cliccando sul pulsante in fondo alla pagina:



apriamo quindi il link evidenziato nell'immagine:




Si aprirà il sito dedicato agli sviluppatori di Paypal; procediamo cliccando su Log into Dashboard in alto a destra:
https://developer.paypal.com


Inseriamo le credenziali del nostro conto Paypal personale e clicchiamo su Accedi:


Si aprirà la seguente schermata:



Sono già presenti 2 account di test, uno Personale e uno Business:



Nel tutorial creeremo un account personalizzato. Procediamo cliccando sul pulsante Create account; selezioniamo il paese e il tipo di account:






Scegliamo una mail, la password, se lo vogliamo nome e cognome e l'importo del conto corrente virtuale come evidenziato nell'immagine:



Nel tutorial ho "ricaricato" il conto di € 1500.

Scegliamo infine se l'account è verificato e il tipo di carta di credito. Confermiamo cliccando su Create Account:



L'account creato comparirà nell'elenco della schermata principale (la Dashboard):


A questo punto apriamo il nostro sito di e-commerce con un altro browser o slogghiamoci dalla pagina di amministrazione per simulare l'acquisto:



Clicchiamo sul pulsante CASSA:




Compiliamo i campi con i dati associati al conto creato in precedenza e clicchiamo sul pulsante Continua su Paypal:



Inseriamo le credenziali dell'account di test che abbiamo creato e clicchiamo su Accedi:



Per confermare l'acquisto clicchiamo sul pulsante Paga adesso:



Il pagamento è andato a buon fine:






Se clicchiamo su Dettagli vedremo ulteriori informazioni sull'acquisto:



Al termine clicchiamo sul link Torna sul sito del venditore e avremo una conferma del nostro ordine di acquisto:



Per verificare il conto virtuale dell'utente test clicchiamo a questo link e poi su Log in in alto a destra:
https://www.sandbox.paypal.com/us/home



Inseriamo le credenziali dell'account di test e clicchiamo su Log In:



Da qui è possibile vedere il saldo del conto, la cronologia degli ordini effettuati ecc...:





Dal pannello di controllo di WooCommerce possiamo invece vedere i dettagli dell'ordine:







Adesso tocca a voi sperimentare ;)

Come trasferire WordPress da remoto in locale con MAMP

  • Giovedì, 27 Settembre 2018 06:35
  • Scritto da

Oggi vi spiego come trasferire il vostro sito in WordPress da remoto in locale utilizzando il web server MAMP. Per prima cosa scarichiamo il programma dal sito ufficiale:
https://www.mamp.info/en/downloads/

È disponibile in due versioni: una versione free e una con supporto a pagamento, denominata MAMP PRO. Il file da scaricare è unico, e la versione va selezionata durante l'installazione. Io utilizzerò la versione gratuita. Questa è l'interfaccia:



Clicchiamo su Start Servers per avviare Apache e MySQL Server.

Scarichiamo i files del sito in una cartella in locale; per trasferire il sito utilizzo il client Filezilla:



Esportiamo quindi una copia del nostro database online; su Aruba apriamo il seguente link:
https://mysql.aruba.it/login/index.php?lang=it

Selezioniamo il database in uso:



Clicchiamo su Esporta:



Lasciamo le impostazioni predefinite e clicchiamo su Esegui; scegliamo quindi dove salvare il nostro database:




Apriamo la seguente directory di MAMP: C:\MAMP\htdocs

Creiamo una cartella con il nome del nostro sito in locale e copiamo qui dentro tutti i files scaricati in precedenza con Filezilla.

Apriamo quindi il seguente link: http://localhost/MAMP/

Clicchiamo su Tools>phpMyAdmin, per gestire il database del nostro sito:




Impostiamo la lingua italiana dal relativo menu:



Clicchiamo su Database, impostiamo il nome del nuovo database da creare e clicchiamo su Crea:



Adesso dobbiamo importare il database esportato in precedenza; per farlo clicchiamo su Importa:



Clicchiamo su Sfoglia... e selezioniamo il file del database scaricato in precedenza (lasciamo le impostazioni predefinite come sono):



Clicchiamo quindi su Esegui:


Apparirà il seguente messaggio di conferma:





Dopo l'importarzione clicchiamo su Cerca, scriviamo "home" nel campo di ricerca e selezioniamo tutte le tabelle dell'elenco. Clicchiamo quindi su Esegui:





Nel record wpji_options (o wp_options) clicchiamo su Mostra:



Clicchiamo su Modifica in corrispondenza della voce selezionata nell'immagine (relativa all'indirizzo del sito web):



Scriviamo quindi l'url del sito come nell'immagine al posto di quello presente:



Confermiamo con Esegui:



Facciamo la stessa cosa con la voce siteurl:



A questo punto apriamo il file wp-config.php che troviamo nella root del nostro sito con il programma Notepad++.



Il programma è anche in versione portable e possiamo trovarlo a questo link (si può usare anche il Blocco note di Windows):
http://www.winpenpack.com/main/download.php?view.385

Modifichiamo quindi i seguenti parametri e al termine salviamo:

define('DB_NAME', 'nomedatabase'); <--inseriamo il nome del database che abbiamo creato prima con Phpmyadmin

/** MySQL database username */ <--inseriamo root come nome utente
define('DB_USER', 'root');

/** MySQL database password */
define('DB_PASSWORD', 'root'); <--inseriamo root come
password (su altri web server, come XAMPP, si può lasciare la password vuota come di seguito: define('DB_PASSWORD', '');

/** MySQL hostname */
define('DB_HOST', 'localhost'); <--scriviamo localhost

Infine accediamo al pannello di controllo del sito e clicchiamo su Impostazioni>Permalink:



Clicchiamo semplicemente su Salva le modifiche per sovrascrivere la struttura esistente dei Permalink con l'indirizzo attuale del sito:



Abbiamo finito!

Nel tutorial di oggi vi spiego come risolvere l'errore "Sito non sicuro" che compare alla sinistra della barra degli indirizzi dei browser quando apriamo un sito con il classico protocollo http://.

Il tutorial è rivolto ai webmaster che gestiscono un sito web su Aruba ed è testato su un sito realizzato con Joomla.

Nell'immagine seguente vediamo l'errore che si presenta su Google Chrome:



L'errore è dovuto alla mancanza di un certificato SSL associato al dominio che gestiamo.

'SSL' sta per Secure Sockets Layer, ed è un protocollo che rende sicuri gli scambi di dati sul web, attraverso la crittografia.

Il certificato SSL DV (Domain Validated) verifica che il dominio sia sotto il controllo del richiedente e consente la cifratura della sessione con chiavi da 128 bit o superiore.

Questo garantisce ai visitatori del sito, di completare una registrazione o una transazione in modo sicuro e protetto. Una volta installato il certificato, il tuo sito sarà raggiungibile con protocollo di comunicazione sicura su Internet (https) e mostrerà un lucchetto verde nella barra degli indirizzi. (fonte Aruba)

Da luglio 2018 qualsiasi sito privo di certificato SSL è segnalato come “non sicuro” con la versione 68 di Google Chrome.

Un sito non sicuro perde posizioni nei risultati dei motori di ricerca, e viene considerato non affidabile dagli utenti che ci navigano.

Lo stesso errore si presenta anche sugli altri browser. Nell'immagine seguente vediamo la schermata di errore su Firefox:



E su Edge:



Come risolvere il problema? Per prima cosa logghiamoci su Aruba a questo link e inseriamo le nostre credenziali:



Apriamo il pannello di controllo del sito cliccando sul relativo pulsante:



Clicchiamo sulla prima opzione nella sezione a destra del pannello di controllo:





Accettiamo le condizioni e clicchiamo sul pulsante Richiedi:



Clicchiamo su Conferma per proseguire:



Attendiamo quindi la generazione automatica:



La generazione e l'installazione del certificato è tutta gestita da Aruba. Il sito continua ad essere accessibile durante il processo che dura pochi minuti.

Al termine dell'installazione riceveremo una mail di conferma:

Gentile Cliente,
ti informiamo che il certificato SSL DV è stato correttamente generato e installato sul tuo sito con dominio xxx

Ti ricordiamo che, grazie al certificato, il tuo sito adesso è raggiungibile con protocollo di comunicazione sicura su Internet (https). Per consentire un accesso sicuro a tutti i tuoi utenti ti consigliamo anche di fornire sempre il link del tuo sito completo di https: xxx

In qualunque momento potrai disattivare o revocare il certificato accedendo al pannello di controllo con le tue credenziali.

Riaccediamo al pannello di controllo e clicchiamo sull'icona Certificato SSL DV:



Il certificato è attivo!





Come abilitare il redirect su Joomla 3.8.x

Il redirect al protocollo https:// non è automatico su Joomla. Per fare in modo che il sito si apra automaticamente con le nuove impostazioni apriamo il pannello di controllo e clicchiamo sul menu Sistema>Configurazione globale:



Selezioniamo il TAB Server:



Nella sezione Forza HTTPS selezioniamo dal menu a tendina "Tutto il sito":



Salviamo le modifiche e abbiamo finito.

Il sito adesso risulta sicuro (l'immagine è relativa al browser Firefox):

Oggi vedremo come creare e come configurare su Android un indirizzo di posta elettronica creato con Aruba. Per prima cosa procediamo alla creazione di un nuovo indirizzo e-mail (associato al nostro dominio) cliccando a questo link:

https://webmail.aruba.it/

Scriviamo il nome del nostro dominio dopo postmaster@ e la password dell'account di Aruba; clicchiamo quindi su Accedi:



Selezioniamo la voce Gestione Caselle in basso a sinistra:



Clicchiamo su Nuova Casella:



Compiliamo i campi richiesti (scegliamo il nome della casella e la password di login):



Successivamente apriamo l'app Mail di Android e clicchiamo su GESTISCI ACCOUNT:



Aggiungiamo un nuovo indirizzo di posta elettronica cliccando sul segno +:


Inseriamo la l'indirizzo di posta elettronica creato e la relativa password nei rispettivi campi:



Configuriamo quindi i parametri della Posta in arrivo impostando come server POP3 "pop3.nomedidominio.xx", tipo di protezione "Nessuno" e porta 110. Confermiamo cliccando su FATTO:



Nella schermata successiva possiamo impostare i parametri del server di Posta in uscita (SMTP) come segue:

smtp.dominio.xx
Tipo di protezione: Nessuno
Porta: 25
Mettere un flag sull'opzione E' richiesto l'accesso
Nome utente
Password



Confermiamo cliccando su FATTO.

Abbiamo finito!

Categorie tutorial