Visualizza articoli per tag: editing

Oggi vi spiego come aggiungere un pulsante animato con effetti sonori in un video di Youtube per consigliare l'iscrizione al canale.

L'animazione che vedete all'interno dei video, non è altro che una clip di pochi secondi. Esistono diversi tipi di animazioni, e molte sono gratuite. Tra i vari siti che consentono il download vi consiglio https://pixabay.com

Basta cercare nel motore di ricerca "subscribe" senza virgolette e scegliere tra i risultati.

Per l'editing video utilizzerò il software Movavi Video Suite 21 Se siete interessati all'acquisto potete cliccare qui per usufruire di uno sconto del 15% (se non vedete il link disattivate l'AdBlock)



Il programma include tutte le funzionalità per l'elaborazione multimediale. Potete modificare, catturare e convertire video e audio in tutti i formati multimediali, registrare filmati dagli schermi di PC, sovrapporre nuove tracce audio, applicare filtri ed effetti speciali. Inoltre è possibile registrare e aggiungere voci fuori campo a screencast, acquisire chat video e video online. E ancora creare presentazioni, catturare l'uscita di TV, webcam, VHS e videocamere AVCHD. E' possibile anche masterizzare Blu-ray, DVD e CD e riprodurre video e audio.

Io lo utilizzo da diverso tempo e mi trovo benissimo.



L'animazione che ho selezionato per il tutorial è la seguente:
https://pixabay.com/it/videos/sottoscrivi-youtube-iscriviti-29881/ (la licenza è
Libera per usi commerciali e non è richiesta un'Attribuzione):

Per scaricare la clip video cliccate sul pulsante Download gratuito:



Si aprirà una tendina; scegliete la qualità che vi interessa e cliccate sul pulsante Download:



Si avvierà il download del file:





Avviate Movavi Video Suite e cliccate sul pulsante Nuovo progetto:





Dalla sezione Importazione (aperta di default) cliccate sul pulsante Aggiungi file e selezionate il video di partenza e il video appena scaricato con l'animazione:



Di entrambi i file potete visualizzare l'anteprima:





Trascinate il video principale nella traccia video:





Create una nuova traccia video cliccando sull'icona evidenziata dalla freccia e trascinate la clip relativa al pulsante Iscriviti (lasciatela selezionata):



In alto a destra potete visualizzare l'anteprima del video:





Come potete vedere, intorno all'animazione è presente il cosiddetto green screen (o chroma key). Per posizionare l'oggetto cliccate su Copertura (dal menu a sinistra) e selezionate la "posizione" Logo. Procedete quindi a ridimensionarlo dalle apposite maniglie:





Dal menu a sinistra cliccate su Chiave cromatica; con lo strumento di selezione dei colori cliccate sulla parte in verde:



Il risultato sarà il seguente (lo sfondo verde è sparito e il contorno dell'oggetto è diventato trasparente). Per confermare cliccate sul pulsante Applica:





Esportate il video cliccando sul pulsante Esporta:



Scegliete un nome, il percorso di salvataggio e la qualità del file e infine cliccate sul pulsante Avvia:





Non vi resta che attendere il tempo necessario all'esportazione:



Il gioco è fatto! Cliccate sul pulsante OK per terminare:



Se siete interessati all'acquisto di Movavi Video Suite potete cliccare qui per usufruire di uno sconto del 15% (se non vedete il link disattivate l'AdBlock)

In questo articolo correlato vi spiego come registrare qualsiasi video in streaming con Movavi:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-registrare-un-video-in-streaming-con-movavi

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e l'idea più originale verrà pubblicata sul sito!

Pubblicato in Informatica
Etichettato sotto

Chi utilizza Adobe Photoshop sa benissimo che una delle operazioni più "delicate" è lo scontorno di un elemento da un'immagine. Esistono diverse tecniche e gli strumenti messi a disposizione del programma si sono evoluti nel corso del tempo per venire incontro agli utenti. Oggi vi spiego una tecnica abbastanza veloce per ritagliare un soggetto da un'immagine. Per il test ho utilizzato Adobe Photoshop 2020 e la seguente foto:



Per prima cosa importate l'immagine, sbloccate il livello e duplicatelo (potete utilizzare la combinazione di tasti CTRL+J per la duplicazione):



Con il livello duplicato selezionato Andare nella scheda Canali; cliccate sul canale Blu (automaticamente i canali RGB Rosso e Verde verranno nascosti):



L'immagine si presenterà così:



 Duplicate il canale BLU (selezionandolo con il tasto destro del mouse e cliccando su Duplica canale...):



Confermate cliccando su OK; se volete potete assegnare un nome al nuovo canale:



Il risultato è il seguente:



Selezionate il canale copiato e nascondete quello originale:



Cliccate sul menu Immagine>Regolazioni>Valori tonali (Levels in Inglese) o utilizzate la combinazione CTRL+L:



Si aprirà la seguente finestra:



A questo punto dovete regolare le ombre, i mezzitoni e le luci in modo da far diventare nero il soggetto da ritagliare e bianco il resto dell'immagine. I valori cambiano da immagine a immagine; attenti a non esagerare per non perdere dettagli (in questo caso le ciocche di capelli più sottili). Confermate cliccando su OK. Il risultato dovrebbe essere simile a questo:



Con il colore nero in primo piano e lo strumento pennello colorate le parti bianche aiutandovi con uno zoom elevato. Il risultato dovrebbe essere simile a questo:



A questo punto selezionate il canale tenendo premuto il tasto CTRL:



Cancellate il canale duplicato cliccando sull'icona del cestino in basso a destra:



Confermate l'eliminazione cliccando sul pulsante :



Tornate nella scheda livelli e cliccate su CANC per eliminare la parte selezionata. Subito dopo utilizzate la combinazione CTRL+D per disattivare la selezione:



Nascondete il Livello 0 per vedere il risultato:



Ho provato la stessa tecnica su questa foto:



Il risultato è questo:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

 

Hai un'idea o una richiesta per un tutorial? Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Pubblicato in Grafica
Sabato, 28 Settembre 2019 18:25

Come sostituire il cielo di una foto con Luminar 3

Oggi vediamo insieme come sostituire il cielo di una foto con l'ottimo programma Luminar. La versione attuale è la 3. A breve verrà rilasciata la 4.

Il programma è a pagamento e si può scaricare da qui:
https://skylum.com/it/luminar

Il test è stato effettuato sulla seguente foto:



Cominciamo subito!

Importiamo la foto da modificare cliccando sul simbolo evidenziato in alto a sinistra; selezioniamo quindi l'opzione Apri immagini per modifica rapida:



Selezioniamo la foto da modificare e clicchiamo sul pulsante Apri
:



Ecco il risultato e l'interfaccia del programma:



In alto a destra clicchiamo sul simbolo "+" e su Aggiungi nuovo layer all'immagine:



Selezioniamo l'immagine con il cielo da sovrapporre all'immagine di partenza e clicchiamo sul pulsante Apri:



La nuova immagine si ridimensionerà automaticamente sull'immagine originale:



Sul livello attivo clicchiamo sul simbolo del pennello e dalla tendina selezioniamo l'opzione Maschera gradiente:



Come suggerito clicchiamo sull'immagine e disegnamo il gradiente:



Utilizziamo le guide per spostare il gradiente (orientiamoci sulla linea dell'orizzonte) fino ad ottenere un risultato accettabile. Confermiamo cliccando sul pulsante Fatto:



Adesso dobbiamo rifinire la maschera. Clicchiamo sull'icona del pennello e dalla tendina selezioniamo l'opzione Pennello:



Aumentiamo lo zoom dell'immagine con la rotellina del mouse; selezioniamo l'opzione Cancella per rimuovere i punti in cui la mashera si è sovrapposta agli oggetti. Ridimensioniamo il pennello in base alle esigenze (se aumentiamo lo zoom riduciamo la dimensione del pennello). Se lo desideriamo possiamo modificare anche l'opacità e la delicatezza del pennello. Nei bordi estremi e frastagliati possiamo agire con dei clic ripetuti per fare un lavoro più pulito. Al termine clicchiamo sul pulsante Fatto:



Se lo desideriamo possiamo visualizzare la maschera per modifiche più accurate. Basta cliccare sull'icona evidenziata:



Per "amalgamare" le 2 foto possiamo aggiungere un livello di regolazione cliccando sul simbolo "+" e su Aggiugni nuovo layer di regolazione...:



Clicchiamo quindi sul pulsante Aggiungi filtri e selezioniamo quello che riteniamo più adatto. Nel tutorial ho scelto Brillantezza/Calore e l'ho impostato a 10:



Il programma ci consente di visualizzare l'immagine prima/dopo con un selettore orizzontale che possiamo muovere a piacimento:



Per salvare la foto clicchiamo sul menu File e poi su Esporta...:



Scegliamo il percorso di salvataggio, il nome, il formato e la qualità e confermiamo cliccando sul pulsante Esporta:



Ecco il risultato finale:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Pubblicato in Grafica
Mercoledì, 09 Ottobre 2019 09:08

Come scoprire se un'immagine è stata ritoccata

Su Internet è possibile trovare immagini di ogni tipo, ma  spesso è difficile verificare se si tratta di file originali o manipolati con un programma un sito o un'app.

Il più conosciuto e professionale programma di ritocco delle immagini Adobe Photoshop è solo un esempio, ma vi sono decine di altri programmi gratuiti o siti Web che consentono di modificare le immagini direttamente online (vedi BeFunky).

In diversi casi i ritocchi sono effettivamente necessari per eliminare dei difetti o delle imperfezioni che risultano particolarmente visibili, come la rimozione dei caratteristici occhi rossi dalle fotografie. Sempre più spesso troviamo volti ringiovaniti, denti bianchissimi, celluliti che scompaiono, girovita più snelli, muscoli ingrossati ecc...

Con la guida di oggi proveremo a scoprire se un'immagine è originale o è stata ritoccata.

I dati Exif

E' importante sapere che le anteprime dei file jpeg sono memorizzate sottoforma di informazioni Exif, una specifica per il formato di file immagine utilizzato dalle fotocamere digitali.

I tag di metadata definiti nello standard Exif coprono un vasto spettro includendo:

- Informazioni di data ed ora. Le fotocamere digitali registrano la data e l'orario corrente in questi metadati.

- Impostazioni della fotocamera. Queste includono informazioni statiche come il modello ed il produttore della fotocamera, ed informazioni varie per ciascuna immagine come l'orientamento, l'apertura, la velocità dello scatto, la lunghezza focale, il bilanciamento del bianco, e le informazioni di velocità ISO impostate.

- Una miniatura per visualizzare un'anteprima sul display LCD della fotocamera, nei file manager, oppure nei software di fotoritocco.

- Descrizioni ed informazioni di copyright.

E' possibile recuperare le informazioni dell'immagine attraverso questo sito:
http://exif.regex.info/exif.cgi 



Basta caricare il file cliccando sul pulsante "Sfoglia...", mettere una spunta su Non sono un robot e poi cliccare sul pulsante "View Image Data":

Ecco un esempio pratico. Ho scaricato una foto da Internet e cancellato un oggetto con Adobe Photoshop. Successivamente ho fatto analizzare la foto al sito.

Questo è il risultato dell'analisi prima della modifica:





Questa è la foto modificata con Photoshop (ho cancellato la bottiglia in basso a sinistra):



Questo è il risultato dell'analisi dopo la modifica con Adobe Photoshop (guardate il record Creator Tool):



Tuttavia, esistono dei software che consentono di modificare questi dati, come ad esempio Opanda PowerExif Editor, ma indirizzati soprattutto ad un pubblico di professionisti poichè sono distribuiti solo a pagamento.

Online è disponibilie il seguente sito per la gestione/cancellazione dei TAG (notate il pulsante EXIF Cleaner per la cancellazione):
https://www.thexifer.net/



Esiste poi il software Exif Date Changer, che però limita la modifica solo alla data e all'ora in cui è stata scattata la foto, e risulta molto utile nel caso in cui vi siate accorti di aver impostato una data errata sulla fotocamera.

JPEGsnoop è un programma che analizza le immagini per rilevare tutti i dati contenuti all’interno dei campi che il file può contenere, con lo scopo di fornire utili informazioni come i dati Exif e Iptc, ma anche la tipologia di compressione usata e una stima della qualità di compressione.

Una funzione utile è stata introdotta attraverso il confronto dell’immagine con il database delle signature di compressione di moltissimi algoritmi e software. In questo modo si possono identificare manipolazioni delle foto non rilevabili a occhio nudo: se una immagine è stata compressa con l’algoritmo utilizzato da Photoshop è altamente probabile che sia stata manipolata!


Il programma è gratuito ma in Inglese e si può scaricare da questo link:
JPEGsnoop 1.8.0

Estrapoliamo il file zippato, eseguiamolo e accettiamo i termini; confermiamo cliccando sul pulsante OK:



Questa è l'interfaccia del programma per aprire un'immagine basta trascinarla direttamente dentro questa finestra o importarla dal menu File>Open image...



Al primo avvio dobbiamo accettare il seguente avviso:



Spostiamoci quindi nelle ultime righe dell'analisi per leggerne il responso. Se troviamo le diciture Class 1 – Image is processed/edited o Class 2 – Image has high probability of being processed/edited, l’immagine è stata ritoccata.



Se invece appare la dicitura Class 3 – Image has high probability of being original, l’immagine probabilmente è originale.

La dicitura Class 4 – Uncertain if processed or original indica che il programma non riesce a capire se la foto è stata ritoccata o meno.

Partiamo dal presupposto che anche un semplice ridimensionamento dell'immagine originale con un qualsiasi programma visualizzatore viene considerato come editing; come possiamo vedere dall'analisi della seguente immagine infatti, troviamo il riferimento ad ACDSee, un noto visualizzatore con cui ho ridotto l'immagine senza modificarla:


Il seguente sito consente di analizzare una foto e di confermare se è stata editata o meno:
http://imageedited.com/

Ho eseguito il test sulla seguente foto modificata con Photoshop (ho cambiato il colore degli occhi):



Questa è la foto modificata:



Il sito conferma che l'immagine è stata modificata e con quale programma:



Infine vi segnalo il sito http://fotoforensics.com/ che ci offre diverse opzioni per l'analisi di un'immagine. Testiamo il tipo di analisi ELA (Error Level Analysis), che consente di identificare le aree all'interno di un'immagine a livelli di compressione diversi. Con le immagini JPEG, l'intera immagine dovrebbe essere all'incirca allo stesso livello. Se una sezione dell'immagine ha un livello di errore significativamente diverso, probabilmente indica una modifica digitale.

Le regioni con una colorazione uniforme, come un solido cielo blu o una parete bianca, avranno probabilmente un risultato ELA più basso (colore più scuro) rispetto ai bordi ad alto contrasto.

Se ci sono differenze significative nei bordi ad alto o basso contrasto, nelle superfici o nelle trame le aree potrebbero essere state modificate digitalmente come nella seguente immagine (ho aggiunto l'aereo con Photoshop alla foto originale):




Tra le opzioni utili troviamo "Similar Search" (l'icona della lente di ingrandimento indicata nell'immagine), che consente di cercare le immagini simili sui principali motori di ricerca per poi confrontarle con l'originale:



In conclusione non esiste una procedura sicura al 100% che ci consenta di avere delle risposte certe viste tutte le possibilità che ci sono per modificare una foto in brevissimo tempo.

Chi lavora con la grafica probabilmente non avrà grosse difficoltà a rendersi conto se una foto è ritoccata, ma quanto meno adesso conosciamo alcuni degli strumenti che ci possono aiutare a smascherare i famosi Fake!


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Pubblicato in Grafica
Etichettato sotto

Vi è mai capitato di voler condividere uno spezzone di video relativo a una scena che vi piace? Oggi vedremo come estrapolare velocemente la scena che ci interessa in pochi semplici passaggi!

Per prima cosa procuriamoci il programma necessario (è gratuito ma in Inglese):

Avidemux - Editor video

Per la riproduzione vi consiglio VLC:

VLC - Player video universale

Dopo aver scaricato e installato il programma, apriamolo e carichiamo il video dal menu File>Open... (o trascinandolo sulla finestra del programma aperto):



Si apriranno due finestre di avviso:

La prima ci chiederà di “Creare la time map VBR” (Build VBR time map). Confermiamo cliccando su "Yes" per crearla in modo da sincronizzare l’audio/video.



Successivamente ci verrà chiesto se vogliamo decomprimere il flusso di bit compresso che viene rilevato (“Packed Bitstream detected”). Clicchiamo su "Yes" per velocizzare le operazioni di editing successive.



Ora il file video è aperto con la traccia video e quella audio originale. Ecco come si presenterà l'interfaccia del programma:



Per prima cosa scegliamo il formato del video (nell'esempio AVI); poi il  tipo di file che vogliamo creare tra le opzioni disponibili dal menu Video (nell'esempio Xvid) e il tipo di codifica audio (nell'esempio MP3 lame):

 


A questo punto dobbiamo semplicemente impostare i marcatori che selezioneranno rispettivamente il punto di inizio e il punto di fine della scena che ci interessa; in pratica basta cliccare sul pulsante "A" evidenziato nell'immagine nel fotogramma di partenza:



E sul pulsante "B" nel fotogramma finale della scena:



Abbiamo quasi finito! Salviamo il file cliccando sul pulsante della barra degli strumenti di seguito evidenziato (o da File>Save>Save Video...):



Assegnamo un nome al file estensione inclusa:



Attendiamo la codifica:



Una finestra ci avviserà del processo terminato:



Il gioco è fatto!



Il gioco è fatto ;)

Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Pubblicato in Informatica

Richiedi un tutorial
 Clicca qui per scoprire i servizi freelance perfetti per il tuo business!
Trova servizi di alta qualità per ogni prezzo. Nessuna tariffa oraria, solo prezzi per progetto.
Trova il freelance giusto per iniziare a lavorare sul tuo progetto in pochi minuti.

Sostieni il sito

Computermania.org è un sito amatoriale creato da un appassionato di informatica che ha dedicato centinaia di ore di lavoro (soprattutto notturne!), per offrire a tutti articoli e trucchi di qualità e per risolvere i problemi tecnologici quotidiani. Puoi dimostrare il tuo apprezzamento per il lavoro fatto effettuando una piccola donazione su PayPal cliccando sul seguente pulstante o collegandovi a questo link: https://www.paypal.me/robertopd79 GRAZIE! Roberto