Smartphone

Smartphone (2)

Oggi vi spiego come trasferire uno o più files al computer da uno smartphone Xiaomi al PC utilizzando la rete Wi-fi. La procedura funziona sia da SMARTPHONE A PC che da PC A SMARTPHONE.

Per il trasferimento verrà utilizzata l'APP ShareMe (MiDrop). L'APP  è preinstallata sul dispositivo, se così non fosse potete trovarla su Google Play a questo link:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.xiaomi.midrop&hl=it

Il test è stato effettuato su Xiaomi Readmi Note 8 Pro e su un PC con Windows 10.

Collegate lo smartphone alla rete Wi-fi e aprite l'app dalla schermata dei collegamenti che trovate a sinistra della schermata Home. Cliccate sull'icona evidenziata:



Si aprirà questa schermata (trascinate la tendina verso l'alto dalla "maniglia" evidenziata per visualizzare tutte le opzioni):



Cliccate su Condividi con il PC:




In questa schermata verrà visualizzato il nome della rete Wi-fi a cui siete collegati; cliccate sul pulsante Avvia per andare avanti:



Ci sono 2 opzioni relative al tipo di connessione: Portatile e Protetta da password. Cliccate su Portatile se non volete impostare una password (alla fine dell'articolo vi mostro come impostare una password per il trasferimento) e confermate con OK:



E' possibile collegarsi alla memoria interna o a quella esterna del dispositivo; selezionate quella che vi interessa:



Copiate l'indirizzo includendo ftp:// (ftp è il protocollo utilizzato per il trasferimento dei files):



Aprite una qualsiasi cartella del PC ed incollatelo nella barra degli indirizzi di Esplora risorse:



Confermate con Invio:



Potete navigare tra i files come in una qualsiasi cartella di Windows:



COME IMPOSTARE UNA PASSWORD PER IL TRASFERIMENTO

Dalle opzioni Tipo di connessione selesionate Protetta da password e confermate con OK:



Scegliete una password di almeno 4 caratteri e confermate con OK:



Quando eseguirete il collegamento questa volta comparirà la seguente finestra; inserite Nome utente e Password impostati in precedenza e cliccate sul pulsante Accedi:



Per terminare il collegamento cliccate sul pulsante Interrompi dello smartphone:



Nel momento il cui si interrompe la connessione al PC comparirà il seguente messaggio se provate ad aggiornare la schermata:



Chi fosse interessato all'acquisto del Readmi Note 8 Pro utilizzato per il test può trovarlo in offerta su Amazon a questo link:
https://amzn.to/2zAiaE5

Ho avuto modo di testarlo ed è un ottimo smartphone considerando il rapporto qualità/prezzo.


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

L'ultimo aggiornamento software dello Xiaomi MI A2 (rilasciato a Gennaio 2020) ha causato diversi problemi allo smartphone. Sono stati segnalati riavvii del dispositivo e instabilità in generale, ma il problema più fastidioso è un effetto eco durante le chiamate percepito dalla persona che riceve la chiamata (che in pratica sente la sua stessa voce con un ritardo di 1/2 secondi mentre parla).

Il problema ha colpito migliaia di utenti e ad oggi (9 Febbraio 2020) non è stato rilasciato un aggiornamento ufficiale per correggere il bug.

Di seguito uno screenshot della versione del software colpita da questo problema:



Per risolvere temporaneamente il problema potete utilizzare questa procedura che ho testato personalmente con successo nell'attesa di un ulteriore aggiornamento software.

La procedura ha risolto il problema sia per le chiamate normali che per quelle con il vivavoce attivo sul telefono della persona che chiama.

Aprite l'app di Google cliccando sul widget nella schermata Home:

Cliccate su Altro (in basso a destra):

Cliccate su Impostazioni come evidenziato nell'immagine:



Cliccate quindi sull'opzione Voce:



Cliccate infine su Voice Match:



Disattivate le opzioni Hey Google e Durante la guida:



Se non riuscite a risolvere potrebbe essere necessario un reset del dispositivo alle impostazioni di fabbrica:



L'articolo è in AGGIORNAMENTO. Nel caso di procedure alternative lo implementerò.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante: