Da qualche mese ho scoperto il mondo dei drama coreani o K-drama prima su Netflix (nella sezione specifica: https://www.netflix.com/browse/genre/67879) e poi su Rakuten Viki. Ne sono rimasto letteralmente affascinato.
 
 
Il sito è raggiungibile a questo link:
 https://www.viki.com/


Rakuten Viki è una piattaforma di streaming a tema drama coreani, cinesi e taiwanesi, giapponesi, film e varietà asiatici. Viki è un gioco di parole e sta per Video+Wiki. La caratteristica principale è che il servizio è gratuito con la visualizzazione di spot pubblicitari durante lo streaming, e che i contenuti sono sottotitolati da volontari in tutte le principali lingue incluso l'Italiano. E' disponibile anche l'APP per Amazon Fire TV Stick.

Il problema principale della pubblicità è che parecchi spot vengono trasmessi con un volume 2/3 volte superiore a quello in uso (come succede anche in TV). Questo alla lunga può essere fastidioso. Inoltre più si guardano contenuti in streaming più aumenta la frequenza degli spot pubblicitari. Altro problema è che la versione free non supporta nativamente Chromecast (a livello di player video). E' possibile trasmettere la scheda di Google Chrome riproducendo contemporaneamente il contenuto sia su PC/SMARTPHONE/TABLET che sulla TV. Nei test che ho effettuato con questa modalità di riproduzione ho rilevato alcuni blocchi o interruzioni durante la visione.

L'abbonamento consente di disattivare gli annunci pubblicitari, di avere una qualità video in HD e di abilitare la trasmissione tramite Chromecast.

In questa guida vi spiego come acquistare un account Viki Pass.

Se preferite continuare ad utilizzare la versione free ricordate di disabilitare l'ad-blocker:



Inoltre se vi registrate (gratuitamente) è possibile riprendere i programmi da dove sono stati interrotti, creare e gestire delle liste dei programmi preferiti (come su Netflix), commentare ecc...



Potete registrarvi a questo link (è possibile loggarsi anche con Facebook o Google):
https://www.viki.com/sign_up



Se siete curiosi
è disponibile un periodo di prova gratuito di 7 giorni che si attiva nel momento in cui si inseriscono i dati della carta di credito. All'ottavo giorno scatta il primo pagamento (nel test ho effettuato l'acquisto il 23 Agosto e il primo pagamento è scatta il 30 Agosto).

E' possibile recedere senza costi durante il periodo di prova.

Il pagamento si può effettuare anche con una carta PostePay di Poste Italiane. Al momento della redazione dell'articolo non è previsto il pagamento con Paypal.

Per acquistare un abbonamento cliccate sul pulsante Ottieni il Viki Pass in alto a destra:



Sono disponibili due piani; Mensile e Annuale. Il piano Starter Basic costa solo 2,99 dollari al mese ed è quello che ho selezionato nel tutorial. Dopo aver scelto il piano cliccate sul pulsante INIZIA LA TUA PROVA GRATUITA DI 7 GIORNI:



Il piano annuale consente un ulteriore risparmio 2,50 dollari al mese il Piano Starter Basic (per un totale di 29,99 dollari l'anno):



Comparirà la seguente schermata:



Inserite i dati della carta (numero, scadenza e codice CVC):



Confermate cliccando sul pulsante INOLTRA:
 


Comparirà la seguente schermata di conferma (riceverete una mail con la sintesi del vostro piano):



Questo è il player video prima dell'abbonamento:



Dopo l'abbonamento è disponibile anche l'opzione per Google Chromecast:



Il trasferimento diretto su Chromecast consente una maggiore stabilità di visione:



In qualsiasi momento è possibile aggiornare il tipo di abbonamento (da mensile ad annuale per esempio) cliccando sul pulsante Aggiorna il Viki Pass:





In alto a destra è disponibile un menu a tendina; tra le altre cose è possibile aprire la sezione Abbonamento e impostazioni:



Da qui è possibile cambiare o annullare il piano, aggiornare la carta:



Per quanto riguarda il costo effettivo in Euro dell'abbonamento, considerate la conversione Dollaro/Euro; a noi italiani l'abbonamento base viene a costare Euro 2,59:



Da questa pagina è possibile gestire anche le impostazioni dell'account, le notifiche, la qualità di riproduzione e la lingua predefinita:



Per quanto riguarda la qualità di riproduzione consiglio Medio (HD, fino a 1 GB all'ora) su connessioni poco performanti (ho effettuato il test su ADSL a 7 Mega). Impostando Alto (HD, fino a 2 GB all'ora) la riproduzione andava a scatti o era irregolare.


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Questo articolo è una revisione del precedente tutorial Come unire i sottotitoli in un video con Avidemux:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-unire-i-sottotitoli-in-un-video-con-avidemux

Oggi vi spiego come fondere ad un video i sottotitoli in formato .srt utilizzando il player video VLC.

Di base per visualizzare i sottotitoli con VLC basta copiare nella stessa cartella il file video e il file con i sottotitoli assegnando lo stesso nome ad entrambi. In questo caso basterà aprire il video e automaticamente VLC integrerà nella visualizzazione del file anche i sottotitoli. Ma se volessimo integrare in maniera permanente i sottotitoli per copiare il file su una memoria esterna e riprodurlo su un altro dispositivo? Vi spiego di seguito come fare!

Per prima cosa scaricate VLC dal sito ufficiale (se non lo avete già installato nel vostro PC):
https://www.videolan.org/vlc/index.it.html

Una volta installato cliccate sul menu Media e selezionate l'opzione Converti / Salva...



Si aprirà la seguente finestra; cliccate sul pulsante + Aggiungi... per importare il file da convertire:




Selezionatelo e confermate cliccando sul pulsante Apri:



Importate adesso il file dei sottotitoli mettendo una spunta su Usa un file di sottotitoli. Caricate il file in formato .srt cliccando sul pulsante Sfoglia...:



Selezionate il file e confermate cliccando sul pulsante Apri:



Questo è il risultato; cliccate sul pulsante Converti / Salva:

Si aprirà la finestra con le opzioni di conversione:



Dalla sezione Profilo aprite il menu a tendina e selezionate l'opzione  Video - H.264 + MP3 (MP4). Cliccate quindi sull'icona della chiave inglese (evidenziata nell'immagine):



Si aprirà la finestra Edizione profilo; aprite la scheda Sottotitoli:



Mettete un segno di spunta su Sottotitoli  e uno su Sovrapponi sottotitoli sul video; confermate cliccando sul pulsante Salva:



Nella sezione File di destinazione cliccate sul pulsante Sfoglia. Selezionate la cartella di destinazione del file ed eventualmente rinominatelo:



 Infine cliccate sul pulsante Salva:



Siete pronti per la conversione; cliccate sul pulsante Avvia:



Non vi resta che attendere (nel mio caso la conversione è terminata dopo circa 20 minuti). L'avanzamento della conversione si può visualizzare nella sezione evidenziata:



Ecco il nuovo file generato al termine della conversione (il file di partenza era grande 700MB; quello convertito 680MB):

Il gioco è fatto!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

DISCLAIMER
Prima di procedere con il tutorial ricordatevi sempre di effettuare il backup del sito e del database per risolvere eventuali problemi di malfunzionamento che potrebbero presentarsi per incompatibilità o imprevisti durante l'aggiornamento.

Periodicamente vengono gli sviluppatori di WordPress rilasciano degli aggiornamenti del core per correggere falle nella sicurezza, aggiungere nuove funzionalità ecc...

Può capitare che un aggiornamento del core causi il malfunzionamento o il blocco del sito (per problemi di compatibilità con un plugin o un tema nella maggior parte dei casi).

Fermo restando che sarebbe buona norma testare gli aggiornamenti in locale o in un ambiente di staging prima di effettuarli sul sito che utilizzate, esiste la possibilità di annullare l'ultimo aggiornamento di WordPress effettuato utilizzando un plugin.

Il plugin in questione si chiama
WP Downgrade | Specific Core Version. Oltre alla funzionalità di downgrade il plugin consente di impostare la versione Target (predefinita) da utilizzare nel sito. Finchè è impostata una versione Target WordPress utilizzerà solo quella.
 
Per il tutorial ho aggiornato un sito da WordPress 5.0.10 alla recente 5.5 per poi tornare indietro.

Dalla Bacheca potete vedere in basso evidenziata la versione attualmente in uso su un sito di test:



Cercate il plugin dal backend o scaricatelo dal link ufficiale:
https://it.wordpress.org/plugins/wp-downgrade/



Procedete con l'installazione e attivatelo cliccando sul pulsante Attiva plugin:



Aggiornate WordPress cliccando sul link Aggiorna ora:



Confermate cliccando sul pulsante Aggiorna ora:



L'aggiornamento è andato a buon fine:



Per procedere al downgrade dalla versione 5.5 alla versione di partenza (
5.0.10) procedete come segue. Cliccate su Impostazioni>WP Downgrade:



Questo è il pannello di controllo del plugin; attualmente il plugin è inattivo (Inactive) e viene mostrata la versione corrente:



Nel campo WordPress Target Version inserite la versione precedente di WordPress e cliccate sul pulsante Salva modifiche:



La versione Target è stata impostata su WP 5.0.10; cliccate sul pulsante Up-/Downgrade Core:



Cliccate sul pulsante Reinstalla ora:



Siete tornati con successo alla versione precedente:



Se tornate al pannello di controllo del plugin potrete visualizzare un messaggio che conferma l'utilizzo della versione desiderata di WordPress. Per tornare al normale sistema di aggiornamento di WordPress basta lasciare il campo WordPress Target Version vuoto, salvare le modifiche e cliccare sul link di aggiornamento classico https://www.sito.xx/wp-admin/update-core.php:



A questo link è disponibile un elenco delle versioni rilasciate di WordPress:
https://wordpress.org/download/releases/

Valutate bene la possibilità di utilizzare una versione Target non aggiornata ai fini della sicurezza e della tipologia di sito.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 





Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Come attivare online la carta BancoPosta

Avete la carta BancoPosta in scadenza? Poste Italiane provvederà ad inviare automaticamente la nuova carta circa un mese prima della data di scadenza. Non è necessario quindi richiedere la sostituzione telefonicamente o presso un ufficio postale. La nuova carta verrà spedita al domicilio con posta ordinaria. Il PIN sarà lo stesso della carta precedente.

Per poter utilizzare la nuova carta è necessario attivarla. L'attivazione è possibile in due modi:

-Presso uno sportello (ATM) di Poste Italiane
-Direttamente online sul sito delle Poste

In questo tutorial vi spiego come attivare online la nuova carta. La procedura è semplice e veloce. Ricordate che verrà richiesto il codice SPID per confermare le operazioni online. Se non ne avete uno, in questi articoli vi spiego come attivarlo con Poste Italiane:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-attivare-da-zero-lo-spid-di-poste-italiane
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-attivare-lo-spid-di-poste-italiane-su-cellulare-certificato

Veniamo al tutorial. Per prima cosa collegatevi al sito di Poste Italiane:
https://www.poste.it/

Nella sezione SERVIZI ONLINE cliccate su IMPOSTAZIONI FUNZIONALITA' LE MIE CARTE:



Verrete trasferiti al portale per la gestione delle carte:
https://lemiecarte.poste.it/private/cruscotto/home.shtml

La nuova carta sarà già presente nell'elenco di quelle disponibili (CARTA BP). La carta POSTAMAT è quella in scadenza che verrà sostituita. Cliccate su ATTIVA CARTA per andare avanti:



Partirà una procedura guidata in 3 passaggi; cliccate sul pulsante CONTINUA per proseguire:



Aprite l'APP BancoPosta sullo smartphone; cliccate sul pulsante PROSEGUI; riceverete una notifica di accesso:



Il sistema avvisa di verificare il vostro smartphone:



 Se non compare il messaggio di notifica cliccate sul menu a sinistra dell'APP BancoPosta e selezionate la voce Bacheca:



Nella sezione NOTIFICHE potete trovare il messaggio con la richiesta di accesso; cliccateci ed inserite il codice SPID:



Dopo l'inserimento dello SPID comparirà la seguente schermata. L'attivazione è completata. Cliccate sul pulsante CONTINUA:



Poste Italiane informa che per autorizzare le future operazioni online bisognerà utilizzare l'APP BancoPosta in sostituzione dell'APP PosteID:



Tornerete nella sezione principale; la carta POSTAMAT (quella in scadenza) non sarà più in elenco:



Se cliccate su VISUALIZZA saranno disponibili le impostazioni della carta (la DATA ATTIVAZIONE è quella in cui avete completato l'abilitazione online). Da questa sezione è possibile gestire ed attivare la possibilità di effettuare pagamenti online:



Nella bacheca del sito di Poste Italiane riceverete un messaggio di conferma attivazione:



Riceverete una conferma anche sull'APP BancoPosta:



Per tutte le info sulla carta BancoPosta potete visitare il sito ufficiale di Poste Italiane:
https://www.poste.it/prodotti/carta-bancoposta.html

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Qualche giorno fa ho aggiornato l'applicazione 4k Video Downloader (di cui vi ho parlato in questo articolo). Scaricato l'aggiornamento all'ultima versione (la 4.12.4) al momento dell'installazione mi è comparso il seguente messaggio di errore:

"Impossibile avviare il programma perchè api-ms-win-crt-runtime-l1-1-0.dll non è presente nel computer. Per risolvere il problema, provare a reinstallare il programma".



Il problema si è presentato su Windows 7 Ultimate SP1 64 bit.

Di seguito elenco le procedure che solitamente si utilizzano quando si presenta questo messaggio di errore.

 

CONSIGLIO
Per sicurezza create sempre un punto di ripristino del Sistema o fate un backup del registro prima di qualsiasi aggiornamento.


Nel mio caso non hanno funzionato (più avanti vi spiego come ho risolto il problema):

-Reinstallazione del programma come suggerito.
-Copiare il file dll richiesto da un altro PC (con lo stesso Sistema Operativo) o scaricarlo dal sito https://www.dll-files.com/. La copia va effettuata nelle cartelle System32 e SysWOW64 (in base alla versione del Sistema Operativo che utilizzate).
-Disinstallare e reinstallare Microsoft Visual C++ 2015 Redistributable (x64):



-Ripristinare l'installazione di Microsoft Visual C++ 2015 Redistributable (x64) (o 32 bit) dal Pannello di Controllo. Basta selezionare il programma da rimuovere e cliccare su Cambia:



Comparirà la seguente finestra. Cliccate sul pulsante Ripristina per proseguire:



-Utilizzare il programma eseguibile Visual C++ Redist Installer V56 (un installatore automatico per Visual C++ che rimuove e ripristina Visual C++)



-Aggiornare il Sistema Operativo tramite Windows Update (anche se non è detto che funzioni al 100%).

LA SOLUZIONE CHE HO UTILIZZATO

Se per qualche motivo non è possibile utilizzare Windows Update, potete procedere con l'installazione manuale del file Windows6.1-KB2999226-x64 (Aggiornamento di Universal C Runtime o CRT).

Questo aggiornamento consente alle applicazioni Desktop che dipendono da Universal CRT di Windows 10 di poter girare su sistemi operativi Windows precedenti.

Per le informazioni sull'aggiornamento potete visitare il sito ufficiale di Microsoft a questo link:

https://support.microsoft.com/en-us/help/2999226/update-for-universal-c-runtime-in-windows

Se l'aggiornamento dovesse essere già installato comparirà il seguente messaggio:



Questa è la pagina da cui potete effettuare il download:
https://www.microsoft.com/it-IT/download/details.aspx?id=49093

Potete scaricare il file anche cliccando qui

Installatelo con un doppio clic e dovreste aver risolto il problema.



Cliccate sul pulsante Chiudi per terminare:



Nel mio caso non è stato necessario riavviare il Sistema ma vi consiglio comunque di farlo.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Infografiche


In questa nuova sezione potete trovare delle infografiche su alcuni trucchi veloci da salvare e condividere!

Oggi vi spiego come disattivare la pubblicità su µTorrent. Il test è stato effettuato sulla versione 3.5.5 (build 45291) a 32 bit.

Questa è la schermata prima di seguire la procedura di disattivazione. Ho evidenziato l'area in cui si trova la pubblicità:



Cliccate sul menu Opzioni e poi su Impostazioni:



Dalla sezione a sinistra selezionate la voce Avanzate:



Nel campo Filtro scrivete bt.enable:



Selezionate la voce bt.enable_pulse e impostate il valore da true a false (potete farlo anche con un doppio clic). Confermate cliccando sul pulsante OK:



Ripetete la stessa operazione anche per le seguenti voci:

gui.show_plus_upsell
sponsored_torrent_offer_enabled
gui.show_notorrents_node
offers.content_offer_autoexec

Il risultato sarà un'interfaccia priva di pubblicità (non è necessario riavviare µTorrent):



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

In questo tutorial vi ho spiegato come registrare uno screenshot del PC con lo strumento incluso nella suite Movavi Video Suite 2020:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-creare-e-gestire-uno-screenshot-con-movavi

Oggi vi spiego come registrare un qualsiasi video in streaming (audio incluso) con lo strumento Registra schermo, lo stesso utilizzato per la registrazione degli screenshots presente in Movavi Video Suite 2020. Questo strumento può essere utilizzato anche per realizzare un video tutorial. E' possibile registrare tutto quello che viene visualizzato sullo schermo del PC. E' inoltre possibile autoriprendersi con una webcam e sovrapporre la registrazione sul video principale in una finestrella.


 

DISCLAIMER

scaricare E CONDIVIDERE SU INTERNET materiale protetto da diritto d’autore è illegale. Non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità sull'uso delle informazioni presenti nell’articolo. IL TUTORIAL E' A SCOPO DIDATTICO.



Avviate Movavi Video Suite. Tra gli strumenti disponibili nella sezione Video potete trovare Registra lo schermo del computer. Cliccate sul pulsante Avvia per eseguire il tool:




Si aprirà un piccolo pannello di controllo che potete posizionare su uno dei bordi dello schermo (sia in orizzontale che in verticale).



Ho effettuato il test sul sito di Mediaset (diretta streaming):
https://www.mediasetplay.mediaset.it

La procedura è valida per ogni sito di streaming video.

Avviate il video a tutto schermo e cliccate sull'icona della telecamera:



Selezionate l'area da registrare. Il programma utilizzerà la risoluzione attuale dello schermo (nel mio caso 1366x768):



E' possibile ridimensionare la selezione dell'area da registrare. Basta cliccare sulle maniglie di selezione. Al centro dello schermo comparirà un'icona con 4 frecce; cliccandoci è possibile spostare la selezione:



In basso a destra comparirà un pannello di controllo con diversi strumenti:



Per registrare cliccate sull'icona circolare di colore rosso; partirà un conto alla rovescia da 3 a zero e una sintesi dei comandi per la gestione della registrazione:



Per mettere in pausa la registrazione basta cliccare sul pulsante F9 e per stopparla sul pulsante F10. Cliccando sul pultante F8 verrà salvata in automatico una schermata del video):



In basso a destra è possibile visualizzare il tempo di registrazione:



Dopo aver cliccato sul pulsante F10 comparirà la seguente finestra:

Come impostazione predefinita il video che registrate viene salvato automaticamente in formato MKV con il nome ScreenRecorderProject.

Per cambiare nome e formato al file cliccate sul pulsante Salva con nome... in basso a destra. Il formato predefinito è MP4 ma potete cambiarlo dal menu a tendina.

Cliccate sul pulsante Salva per confermare:



Se cliccate sul pulsante Avanzata compariranno ulteriori opzioni di salvataggio. E' possibile modificare la Risoluzione, il numero di frame per secondo (FPS), la frequenza di campionamento ecc..):



Dopo aver salvato il file comparirà la seguente finestra di conferma:



Se lo desiderate è possibile editare il file video prima di salvarlo cliccando sul pulsante Apri in video editor:



Dalla finestra dell'editor è possibile effettuare tutte le modifiche che desiderate al video:



Adesso vi faccio vedere una per una le opzioni di registrazione del programma. Cliccando sul simbolo della webcam (la prima a sinistra) è possibile attivare la Webcam per registrarvi in una finestra sovrapposta al video originale (funzione utile per la realizzazione di video tutorial):



La seconda icona attiva la registrazione audio da un microfono o altro dispositivo:



La terza icona (già attiva) abilita la registrazione dell'audio di Sistema (in pratica ciò che sentiamo mentre riproduciamo il video):



Cliccando sull'icona della tastiera verranno mostrati nel video i pulsanti su cui cliccate o solo le combinazioni (opzione utile per realizzare video tutorial):





Questo è il risultato:



Cliccando sull'icona centrale verrà aggiunta nel video la visualizzazione del cursore del mouse che si muove (opzione valida per la realizzazione  di video tutorial):



L'ultima opzione serve a registrare i clic del mouse nel video:



Per modificare il percorso di salvataggio dei files basta cliccare sulle impostazioni del programma (l'icona a forma di ingranaggio):


Cliccando sul pulsante Sfoglia è possibile selezionare il percorso o la cartella che vi interessa. Da qui è possibile impostare anche il percorso di salvataggio e il formato degli screenshots:



Cliccando sulla scheda Tasti di scelta rapida è possibile modificare i pulsanti predefiniti per la gestione della registrazione:



Per disattivare il conto alla rovescia prima della registrazione basta cliccare sulla scheda Generali, mettere una spunta su Disattiva conto alla rovescia e confermare cliccando sul pulsante OK:


Cliccando sul pulsante Esc la registrazione del video attiva verrà annullata.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Alcuni gestionali web aziendali utilizzano Internet Explorer e il vecchio Flash Player per gestire l'upload dei files. Una parte di questi programmi sono datati e non compatibili con altri browser. Un applicativo che ho testato recentemente girava su Internet Explorer 11.
 
 Quando ho provato a caricare un file in upload mi si è presentato il seguente messaggio di errore:
 Controllare la versione di Adobe Flash Player installata. Necessaria almeno la 9.0.28

Per risolvere il problema basta collegarsi da Internet Explorer al sito di Adobe per scaricare il Flash Player:
https://get.adobe.com/it/flashplayer/

Verificate che le opzioni Sì, installa Google Chrome e Imposta Chrome come browser predefinito non siano abilitate se non vi interessa installare il browser di Google:



Per procedere con il download cliccate sul pulsante Scarica Flash Player nella parte inferiore della pagina:



Si presenterà la seguente schermata:



Nella sezione in basso a destra scegliete una delle opzioni disponibili per salvare il file (io ho selezionato Salva ed esegui):



Attendete qualche secondo:



Se compare il seguente messaggio Chiudete Internet Explorer e cliccate sul pulsante Continua per andare avanti:



L'installazione è andata a buon fine; cliccate sul pulsante Termina per chiudere la finestra:



Potete riavviare Internet Explorer e riprovare l'upload del file.

Se non dovesse ancora funzionare cliccate su Strumenti>Opzioni Internet>Impostazioni di sicurezza (sezione Siti attendibili) e dalla tendina selezionate Reimposta a: Medio-bassa (si presuppone che stiate utilizzando il browser solo per eseguire l'applicativo per il lavoro. Per tutte le altre operazioni online consiglio Firefox o Chrome). Confermate cliccando sul pulsante Reimposta... e poi su Applica e OK nella finestra sottostante:



Dopo aver cambiato le impostazioni di sicurezza potrebbe comparire il messaggio Le informazioni a cui la pagina sta accedendo non sono cotrollabili. Ciò implica problemi per la sicurezza. Continuare?. In questo caso è sempre necessario cliccare sul pulsante Sì per proseguire:



Per disattivare l'avviso procedete in questo modo. Cliccate su Strumenti>Opzioni Internet>Impostazioni di sicurezza (sezione Siti attendibili) impostate su Attiva l'opzione Accesso all'origine dati a livello di dominio (confermate cliccando sul pulsante OK):



Cliccate su Sì per proseguire:



Riavviate nuovamente il browser. Adesso l'upload funziona regolarmente:





Una piccola curiosità. Flash non verrà più supportato/distribuito entro fine 2020. Altri browser non lo supportano già da tempo.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 



Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

In questo tutorial vi spiego come creare degli screenshot personalizzati con lo strumento Registra schermo incluso nella pacchetto Movavi Video Suite 2020.

Prima di cominciare vi ricordo che per creare uno screenshot su Windows basta cliccare il tasto Stamp o PrtScn (Print Screen) della tastiera ed incollare in un programma di grafica per poi salvare il file (va bene anche Paint). Per "stampare" soltanto una finestra attiva basta cliccare contemporaneamente la combinazione di tasti ALT+STAMP.

C'è un altro metodo poco conosciuto: la combinazione TASTO WINDOWS+STAMP (testato su Windows 10. Su Windows 7 non funziona). In questo caso verrà creato uno screenshot che sarà salvato automaticamente nella cartella Immagini>Screenshot del computer (C:\Users\nome utente\OneDrive\Immagini\Screenshots):



Lo strumento Registra schermo incluso nella suite Movavi consente di gestire la registrazione di uno screenshot e anche la personalizzazione.

Vi faccio vedere come funziona.

Avviate Movavi Video Suite. Tra gli strumenti disponibili nella sezione Video potete trovare Registra lo schermo del computer. Cliccate sul pulsante Avvia per avviare il tool:



Si aprirà un piccolo pannello di controllo che potete posizionare su uno dei bordi dello schermo (sia in orizzontale che in verticale). Per creare uno screenshot cliccate sull'icona della macchina fotografica:



Selezionate l'area che vi interessa salvare:



A mano a mano che tracciate l'area il programma fornisce le dimensioni della selezione e quindi dell'immagine finale:



Rilasciate il mouse e compariranno le opzioni per la gestione della schermata prima di salvarla:



Cliccando sul pulsante al centro della cornice è possibile spostarla dove vi interessa; è possibile anche ridimensionarla cliccando sulle maniglie presenti sui bordi:



Gli strumenti al lato della cornice consentono la creazione di frecce, linee, forme e anche di evidenziare porzioni specifiche. E' inoltre possibile scegliere un colore tra quelli disponibili e di aumentare la dimensione dei bordi di tutti gli strumenti:



Dopo aver effettuato le modifiche cliccate sull'icona evidenziata per salvare il file:



Gli screenshot verranno salvati in questa cartella:
C:\Users\nome utente\Videos\Movavi Screen Recorder\Screenshots

Per modificare il percorso di salvataggio basta cliccare sulle impostazioni del programma (l'icona a forma di ingranaggio):



Nella sezione File selezionate la cartella di salvataggio (è possibile impostarla sia per gli screenshot che per i video). Da questa sezione è possibile scegliere anche il formato del file (quello predefinito è PNG):



E' possibile effettuare una copia dello screenshot per incollarlo in un qualsiasi programma di grafica. Basta cliccare sull'icona evidenziata:





Infine è possibile condividere lo screenshot tramite i seguenti canali cliccando sull'icona evidenziata:



Cliccando sul pulsante Esc la registrazione dello screenshot attiva verrà annullata.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Richiedi un tutorial