Dimensione testo

Come emulare al PC il Sega Saturn e Sonic R

  • Mercoledì, 17 Aprile 2019 15:26
  • Scritto da

Oggi vedremo come emulare il mitico Sega Saturn al pc.

Il test è stato eseguito su sistema Windows 10 a 64 bit utilizzando l'emulatore yabause-0.9.15-win64. Nel tutorial emuleremo il gioco Sonic R (classe
1997) sviluppato da Traveller's Tales.
 

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo tutorial sono a puro scopo didattico. Il webmaster non si assume alcuna responsabilità, implicita o esplicita, per qualsiasi altro uso.

Informazioni legali
Il problema legale principale quando si parla di emulatori è quello delle ROM. Un ROM set non è altro che una copia del gioco originale. Per questo motivo si incorre in violazione di copyright nel caso in cui non si abbia l'originale del gioco stesso.


Per prima cosa colleghiamoci al sito ufficiale dell'emulatore:
https://yabause.org/

Scarichiamo il file evidenziato nell'immagine (non necessita di installazione):



Salviamo il file e scompattiamo l'archivio:



Dalla cartella dell'emulatore eseguiamo il file yabause:


 

Per scaricare il file ISO del gioco (che contiene l'immagine del videogame) che vogliamo emulare apriamo il seguente sito:
https://coolrom.com.au/roms/saturn/

Dopo aver selezionato il gioco che ci interessa (Sonic R) clicchiamo sul link evidenziato nell'immagine per avviare il download:
https://coolrom.com.au/roms/saturn/94/Sonic_R.php



Questa è l'interfaccia dell'emulatore. La lingua italiana viene rilevata in automatico:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl



Apriamo le Impostazioni dal menu File:



Impostiamo la risoluzione (se notiamo blocchi o rallentamenti lasciamo la risoluzione predefinita a 640x480):



Per impostare il controller clicchiamo sulla scheda Input; dal menu a tendina Input selezioniamo Qt Keyboard Input Interface. Nella sezione Port 1 selezioniamo Pad dal menu a tendina e poi clicchiamo sull'icona della chiave inglese per associare i pulsanti della tastiera a quelli del controller:



Clicchiamo con il mouse sui pulsanti del Pad virtuale e di volta in volta associamo il relativo pulsante corrispondente da tastiera semplicemente cliccandoci. Comparirà una serie di spunte di conferma a mano a mano che procediamo. Al termine clicchiamo sul pulsante Chiudi:



Per caricare un gioco clicchiamo su File>Open ISO:



Selezioniamo il file ISO e clicchiamo su Apri:



Il gioco parte subito:



Possiamo divertirci adesso!



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Come importare un layout gratuito su Divi

  • Lunedì, 15 Aprile 2019 09:11
  • Scritto da

Per chi non lo sapesse Divi è uno dei migliori temi per WordPress. Sviluppato da https://www.elegantthemes.com consente di sviluppare un sito con un editor visivo semplicissimo da utilizzare e personalizzare. Potete testare gratuitamente l'editor questo link:

https://www.elegantthemesdemo.com/?et_fb=1

Esistono diversi siti da cui scaricare layout gratuiti da utilizzare su Divi. Oggi vi spiego come importarne uno nella libreria. Si può scaricare da qui:
https://www.markhendriksen.com/free-divi-layouts/

In particolare testeremo il layout Agency layout pack (https://www.markhendriksen.com/free-divi-agency-layout-pack/)

Possiamo vedere una demo da questo link:
https://www.freelayoutpackagency.markhendriksen.com/

Procediamo con il download cliccando nella sezione evidenziata nell'immagine:



Registriamo un account gratutito:





L'account è pronto per essere attivato. Attendiamo una mail di conferma:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl




Dopo aver ricevuto la mail colleghiamoci a questo link e procediamo con il download del pacchetto cliccando sul pulsante DOWNLOAD:
https://members.markhendriksen.com/free-divi-layout-packs/

Step 1
Download the package here.
Alcune immagini del pacchetto sono state sostituite per problemi di licenza.

Scarichiamo e scompattiamo il pacchetto "Agency_layout_pack_UNPACKME.zip". Questo è il contenuto del pacchetto:



Colleghiamoci al nostro sito, clicchiamo sulla voce di menu Divi e Opzioni tema:



Clicchiamo sull'icona con le due frecce (opzione Importa & Esporta) in alto a destra:




Clicchiamo sulla scheda Importa e sul pulsante SCEGLI FILE e selezioniamo il file Agency Theme Options.json. Confermiamo cliccando su Importa Divi opzioni tema:



Attendiamo qualche secondo:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl




Clicchiamo nuovamente su Divi e poi su Modificatore di Tema:



Clicchiamo sulle due frecce in alto a sinistra (opzione Importa & Esporta) e importiamo il file Agency Customizer Settings.json:





Clicchiamo ancora su Divi>Libreria Divi:



Clicchiamo sul pulsante Importa & Esporta in alto:



Importiamo il file Agency Builder Layouts.json:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl




Creiamo una nuova pagina su WordPress, attiviamo il Divi builder cliccando su Edit with The Divi Builder:



Selezioniamo l'opzione centrale e clicchiamo sul pulsante Browse Layouts:



Selezioniamo la scheda Your Saved Layouts  e scegliamo il layout della pagina che ci interessa:



La pagina è già pronta! Confermiamo cliccando sul pulsante Pubblica in basso a destra:



Concludiamo cliccando sul pulsante Salva in basso a destra:



Il gioco è fatto ;)

Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Come installare WordPress con Softaculous su Aruba

  • Venerdì, 12 Aprile 2019 13:14
  • Scritto da

Oggi vedremo come installare WordPress utilizzando l'applicazione web Softaculous. Il programma consente l'installazione automatica di diversi script all'interno del proprio sito, inclusi i CMS più diffusi come Joomla, WordPress, Drupal ecc...

Nel tutorial ho effettuato il test su Aruba.

Cominciamo subito! Per prima cosa logghiamoci con le nostre credenziali da questo link:
https://managehosting.aruba.it/



Clicchiamo sul pulsante Pannello di controllo:



Dalla schermata principale clicchiamo sull'icona Softaculous App Installer come evidenziato nell'immagine:



Dall'elenco degli script disponibili selezioniamo quello che ci interessa installare (nel nostro caso WordPress):



Procediamo cliccando sul pulsante Installa (se lo desideriamo possiamo vedere una Demo di WordPress prima di installarlo):



Questa è la schermata di installazione del CMS. Dai menu a tendina selezioniamo il protocollo https://, il dominio a cui associarlo e la cartella di installazione. Se dobbiamo installare WordPress nella cartella principale possiamo lasciare il campo in bianco:



Inseriamo tutti i parametri richiesti e scegliamo il titolo e la descrizione del sito:



Impostiamo nome utente e password e e-mail dell'utente Admin del sito:



Se lo desideriamo possiamo installare un tema tra quelli disponibili:



Confermiamo cliccando sul pulsante Installa in basso; se lo desideriamo possiamo inserire un indirizzo e-mail a cui girare tutti i dettagli dell'installazione:



Attendiamo qualche secondo:



Al termine il software ci darà conferma dell'installazione con i link al sito e al pannello di amministrazione:



Se lo desideriamo possiamo Twittare l'avvenuta installazione di WordPress!


Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Tempo fa mi è stato segnalato un problema relativo ad una webmail correlata ad un dominio. In pratica era possibile inviare la posta ma non riceverla. Il sito era ospitato su Siteground.

Per accedere al pannello di gestione di uno specifico indirizzo di posta bisogna utilizzare la seguente sintassi:
http://nomedominio/webmail


In alternativa è possibile accedere alla webmail direttamente da cPanel:





Questo è l'aspetto della webmail una volta loggati con le nostre credenziali:


Per risolvere il problema colleghiamoci al nostro account su Siteground:
https://it.siteground.com/

Nella sezione Posta clicchiamo su Voce Mx come evidenziato nell'immagine:



Impostiamo l'Instradamento e-mail su Mail Exchanger locale:



L'impostazione è valida per tutto il dominio e per tutti gli indirizzi di posta associati.

Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

DISCLAIMER

Prima di modificare il database ricordate sempre di fare un backup per un eventuale ripristino in caso di malfunzionamento del sito.


A volte può essere necessario creare un nuovo Admin per poter accedere al nostro sito. Oggi vi spiego come crearne manualmente uno direttamente dal database MYSQL. Il test è stato effettuato su Joomla 3.4.5.

Se utilizzate Aruba collegatevi al questo link per aprire il gestore dei database. Inserite le credenziali del vostro database per proseguire e cliccate sul pulsante ACCEDI:



Se utilizzate Siteground loggatevi dal seguente link, cliccate su cPanel e su pdpMyAdmin (come evidenziato dall'immagine):




A questo punto selezioniamo la tabella xxxxx_users (le "x" sono relative al prefisso della tabella che cambia da installazione ad installazione):



Clicchiamo su SQL:

Dalla tabella xxxxx_users possiamo verificare quali ID sono attualmente in uso e sceglierne uno disponibile.

Ecco il codice della query da copiare (sostituite i termini in grassetto con i vostri dati; come ID utilizzatene uno non in uso. Nella guida ho usato l'ID 43)
:

INSERT INTO `Sqlxxxxxx_5`.`xxxxx_users` (`id`, `name`, `username`, `email`, `password`, `block`, `sendEmail`, `registerDate`, `lastvisitDate`, `activation`, `params`, `lastResetTime`, `resetCount`, `otpKey`, `otep`, `requireReset`)
VALUES ('ID', 'Nome Cognome', 'nomeutente', 'indirizzomail', MD5('password'), '0', '1', '0000-00-00 00:00:00.000000', '0000-00-00 00:00:00.000000', '0', '', '0000-00-00 00:00:00.000000', '0', '', '', '0');

Copiamo la query nel campo in evidenza:



Eseguiamo la query cliccando sul relativo pulsante:



Attendiamo qualche secondo:


Se clicchiamo su Mostra possiamo verificare il contenuto della tabella:



Ecco il nuovo utente appena creato con l'ID 43:



Procediamo ad eseguire una nuova query per assegnare l'utente al gruppo di amministratori:

INSERT INTO `nomedatabase`.`xxxxx_user_usergroup_map` (`user_id`, `group_id`) VALUES ('43', '8');



8 è l’id del gruppo Super User di Joomla 3.

Eseguiamo la query ed abbiamo finito!

Dal menu Utenti>Gestione del pannello di controllo di Joomla è possibile verificare gli ID associati agli utenti attuali:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Qualche giorno fa ho testato il servizio di fax via web di Faxalo:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-inviare-fax-gratuiti-via-internet-con-faxalo

Il sito non consente l'invio di fax a numeri verdi, per cui ne ho cercato uno che include questa funzione sempre con piano tariffario a costo zero (fermo restando che per entrambi i siti sono previsti piani a pagamento con servizi extra).

Oggi vi parlerò di Faxator.

Cominciamo subito!

Per prima cosa colleghiamoci al sito ufficiale di Faxator:
http://www.faxator.com

Scorriamo la pagina e selezioniamo il tipo di offerta che ci interessa; nel mio caso ho lasciato l'opzione Spedire Fax. Clicchiamo su Avanti per proseguire:



Anche in questo caso ho lasciato la prima opzione attiva dato che si tratta di un test. Proseguiamo cliccando sul pulsante Avanti:



Il sito mi conferma che l'offerta più adatta a me è la Free, che consente di inviare 10 pagine al mese in Italia. Clicchiamo sul pulsante ATTIVA per proseguire:



Procediamo registrando l'account:



Compiliamo i campi con i nostri dati anagrafici (incluso il cellulare), selezioniamo il piano FREE e accettiamo i termini, le condizioni e la privacy mettendo un segno di spunta. Completiamo cliccando sul pulsante ATTIVA:



Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl


==========================
COMPLETIAMO LA REGISTRAZIONE
==========================

La prima parte è completata:


Questa è la mail di verifica della registrazione; per proseguire dobbiamo inviare un SMS al numero indicato contenente il codice di verifica (il costo varia in base al nostro piano tariffario; nel mio caso 19 centesimi):


Riceveremo una prima mail che conferma la registrazione:



E una seconda mail con in allegato il Certificato di Sicurezza da allegare ogni volta che si spedisce un fax via e-mail (insieme al file che si intende inviare).
Il file ha come nome il nostro numero cellulare ed ha estensione .cds. Non va aperto né modificato.

Se si rinomina il Certificato di Sicurezza o non si allega all'e-mail, il fax non potrà essere spedito.

Il Certificato di Sicurezza non è necessario in questi casi:

  • Se si spedisce dall'Area Riservata del sito
  • Se si spedisce dall'applicazione quickFax per iPhone
  • Se si spedisce dall'applicazione quickFax per Android
  • Se si spedisce dall'applicazione quickfax per Facebook

Torniamo sul sito di Faxator e dall'area riservata inseriamo i nostri dati per accedere al servizio:



Nell'area riservata possiamo visualizzare una panoramica dei nostri dati:


Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl


==================
INVIAMO IL PRIMO FAX
==================

Proviamo ad inviare rapidamente un fax. Basta cliccare sul link quickFax dal menu a sinistra:



Inseriamo il numero di fax, alleghiamo il file e clicchiamo sul pulsante SPEDISCI IL FAX:



Questo è il messaggio di conferma invio:



Per visualizzare le statistiche sul traffico basta cliccare sul menu report in basso a sinistra:



Questa è la schermata dell'archivio digitale:



Riceveremo una prima mail di conferma invio:



Qualche secondo dopo riceveremo un'altra mail con la ricevuta dell'invio allegata:



Ecco un estratto della ricevuta di conferma invio allegata alla mail:



Ecco infine alcune informazioni utili dalla FAQ ufficiale:



Faxator.com invia i tuoi fax dal Lunedì al Venerdì tra le 8 e le 20, al sabato dalle 8 alle 13 esclusi i festivi. Se invii un'email dopo le 20, il tuo fax sarà spedito la mattina seguente. La tua richiesta verrà eseguita in automatico appena possibile.

Vuoi spedire i tuoi fax 24 ore su 24, 7 giorni su 7?
Scopri il nuovo abbonamento tutto compreso, con ricezione ed invio all'estero!

Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Come inviare fax gratuiti via Internet con Faxalo

  • Sabato, 02 Febbraio 2019 13:00
  • Scritto da

Oggi vedremo come inviare gratuitamente un fax via Internet dal nostro computer. Nel tutorial ho testato il servizio offerto dal sito Faxalo.it. Il piano gratuito si chiama Faxalo Free e prevede l'invio di tre fax al giorno per un massimo di 20 fax al mese. Per invii maggiori sono previsti dei piani a pagamento (a prezzi accessibili).

Il servizio consente di inviare fax a numerazioni italiane normali che iniziano per "0". Non funziona con i numeri speciali. Non è possibile quindi inviare fax ai numeri verdi che iniziano per 800 (e simili).


Cominciamo subito. Per prima cosa colleghiamoci al sito ufficiale questa è la finestra principale:



Per prima cosa inseriamo il nostro indirizzo di posta elettronica nel campo evidenziato nell'immagine; clicchiamo quindi sul pulsante Invia Codice:



Attendiamo la mail con il codice:



Questo è il contenuto della mail:



A questo punto colleghiamoci al seguente link per scaricare l'utility di Faxalo:
http://www.faxalo.it/download-faxalo-driver.php

Scegliamo la versione adatta al nostro Sistema Operativo (il computer su cui ho testato il servizio utilizza Windows 7 a 32 bit) e procediamo con il download cliccando sul relativo pulsante:




Salviamo il file di installazione:



Installiamo il programma con un doppio clic sull'icona:



Clicchiamo su Esegui per proseguire:



Confermiamo la lingua dell'interfaccia cliccando sul pulsante OK:



Partiamo con l'installazione vera e propria cliccando sul pulsante Avanti:



Accettiamo i termini della Licenza d'uso:



Scegliamo la cartella di installazione e il relativo percorso:



Attendiamo...




Nel mio caso l'installazione non è andata a buon fine e si è bloccata al 70% circa non andando avanti. Se dovesse succedere anche a voi bisogna annullare l'installazione bloccata (anche tramite Task manager) e cliccare sull'installer del programma con il tasto destro del mouse. Cliccare quindi su Proprietà e sulla scheda Compatibilità. Da qui bisogna attivare l'opzione Esegui il programma in modalità compatibilità per e dal menu a tendina selezionare Windows Vista.

Confermiamo cliccando sul pulsante Applica:



A questo punto apriamo nuovamente l'installer con il tasto destro e selezioniamo l'opzione Esegui come amministratore:



Selezioniamo l'opzione Installa il software del driver:



Nella finestra che si apre inseriamo la mail associata all'account e il codice ricevuto in precedenza; nella sezione Interface settings selezionare la lingua Italiano:



Confermiamo cliccando sul pulsante Fine:




A questo punto torniamo sul sito e clicchiamo nella sezione Accedi in alto a destra:



Inseriamo nuovamente i parametri richiesti e clicchiamo su Accedi:


Ecco la schermata di gestione dell'invio dei fax. Inseriamo il numero nel campo Numero fax destinatario e importiamo il file da inviare (che deve essere nel formato PDF o TIFF):



Clicchiamo sul pulsante Invia per confermare:



Comparirà un popup che conferma l'avvenuto invio:



Nel caso in cui dobbiamo convertire un file immagine nel formato PDF clicchiamo sul seguente link:
https://jpg2pdf.com/it/

Clicchiamo sul pulsante CARICA FILE  per importare l'immagine da convertire:



Clicchiamo su SCARICA per procedere con il download del file convertito:





Dopo l'invio il sistema ci da una panoramica statistica relativa al nostro piano:



Nel frattempo riceveremo delle mail di conferma accodamento e invio del nostro fax:



Il fax è stato ricevuto regolarmente. Nell'intestazione possiamo vedere la conferma:


Direi che il servizio è promosso!

Vedi anche:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-inviare-un-fax-a-un-numero-verde-gratuitamente-con-faxator

Come generare online una mappa immagine in HTML

  • Giovedì, 31 Gennaio 2019 09:23
  • Scritto da

Oggi vi spiego come creare una semplice mappa immagine con un generatore online. Il tutorial è rivolto ai webmaster, ed il livello è elementare.

La mappa immagine di questo tipo può essere utile in un semplice sito statico creato in html.

Per prima cosa salvate la seguente immagine che utilizzerò nel tutorial:



Poi collegatevi al seguente sito e cliccate sul pulsante "Select Image from My PC":
https://www.image-map.net/



Selezionate dal computer l'immagine scaricata in precedenza e cliccate su Apri:



L'interfaccia sarà la seguente:




In basso a sinistra è possibile scegliere la forma della selezione (Rettangolare, Poligonale o Circolare):



Con una selezione di tipo Poly è possibile creare un contorno abbastanza preciso in base alle necessità. Per creare la selezione basta cliccare con il mouse seguendo il contorno dell'immagine da collegare ad una pagina web:



A questo punto scrivete nel campo Link il nome o il percorso della pagina html da collegare alla mappa; scegliete un titolo (che comparirà quando si passa con il mouse sopra l'isola) e il target del link tra i seguenti:
 

Valore

descrizione

_blank

Consente l’apertura della pagina in una nuova finestra

_parent

Consente l'apertura della pagina nel frame principale

_self

Consente l'apertura della pagina nello stesso frame

_top

Consente l'apertura della pagine nell'intera finestra del browser (uscendo da tutti i frame)




Per creare ulteriori collegamenti cliccate sul pulsante Add New Area.

Dopo aver "disegnato" la mappa cliccate sul pulsante Show me the code:



Si aprirà una finestra popup con il codice generato da copiare. Selezionatelo e copiatelo su un blocco note:





Salvate il file con estensione .htm per creare una pagina web.



Quando passerete sull'immagine di Vulcano comparirà il titolo che avete impostato in precedenza:


A questo punto non resta che creare una pagina web su Vulcano con il nome vulcano.htm. Cliccando sull'isola si aprirà la pagina web creata:

Sostieni il mio sito con un acquisto su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl

Il seguente tutorial può essere utile a chi ha protetto un foglio di calcolo di OpenOffice Calc e non ricorda più la password per abilitare la modifica delle celle. E' stato testato su OpenOffice 4.1.5 (su Windows 10).

Quando una cella è protetta e proviamo a modificarla compare il seguente messaggio di errore:



Per abilitare la modifica è necessario sproteggere il foglio del nostro documento cliccando sul menu Strumenti>Proteggi documento>Foglio... e togliere il segno di spunta con un clic:



A questo punto è richiesta la password che abbiamo usato per proteggere il documento la prima volta; se non la ricordiamo non è possibile procedere con la disattivazione della protezione:



Vediamo come risolvere il problema!

Per prima cosa abilitiamo in una finestra di Windows la visualizzazione delle estensioni dei files:



Rinominiamo il nostro documento con estensione .zip (l'estensione originale è .ods):

Confermiamo la modifica cliccando su Sì:



Clicchiamo 2 volte sul file; verrà aperto con il vostro programma predefinito per la gestione degli archivi compressi (nel mio caso 7-Zip):



A questo punto selezioniamo con il tasto destro del mouse il file content.xml e clicchiamo sull'opzione Apri con l'editor predefinito (in alternativa possiamo estrapolare il file, modificarlo e riaggiungerlo all'archivio compresso):



Nel mio caso e nella maggior parte dei casi l'editor predefinito è il Blocco note. Ecco il contenuto del file:



Se abbiamo difficoltà con il Blocco note estrapoliamo il file ed apriamolo con WordPad.

Dal menu Modifica selezioniamo l'opzione Trova...:



Cerchiamo il seguente testo table:protected="true":



Chiudiamo la finestra di ricerca e modifichiamo il testo da true a false (così facendo disattiviamo la protezione del foglio):



Chiudiamo il file e confermiamo il salvataggio richiesto:



Il programma ci chiederà se confermare le modifiche apportate al file dell'archivio; confermiamo con OK:



Chiudiamo il programma e rinominiamo il file in .ods:



Confermiamo come in precedenza:



Adesso la protezione del foglio è disabilitata e possiamo procedere con le modifiche:

Alzi la mano chi non ha mai cancellato un file accidentalmente senza avere una copia di sicurezza! E' capitato a tutti di aver perso un documento importante svuotando incautamente il cestino o formattando per errore una scheda di memoria, una pendrive o un hard disk esterno.

Quando effettuiamo un salvataggio,
i file vengono frammentati e distribuiti fisicamente dovunque ci sia spazio nel disco. Per fortuna quando eliminiamo un file la cancellazione non è definitiva né irreversibile. Semplicemente il Sistema considera come libero lo spazio che era occupato dai dati precedenti. I nuovi file andranno a "riempire" lo stesso spazio che si è liberato. Finché lo spazio non viene sovrascritto con nuovi dati è possibile un ripristino grazie a software specifici.

Ovviamente più tempo passa dalla cancellazione del file, più diventa difficile recuperarlo.

Di seguito elenco alcuni casi che potrebbero compromettere il recupero di un file:

-Pulizia approfondita del Sistema con programmi ad hoc
-Cancellazione di grandi quantità di dati
-Formattazione approfondita (
a basso livello)
-Bonifica drive (distruzione sicura di contenuti o spazio libero su un drive)
-Memoria ridotta del dispositivo

Oggi vedremo come effettuare l'operazione di recupero utilizzando il programma EaseUS Data Recovery Wizard.

Di seguito i link ufficiali del programma:

-EaseUS 

-Software recupero dati 


Per il tutorial ho utilizzato l'ultima versione trial (la 12.8.0) su Windows 10 Home a 64 bit. Il Sistema gira su un portatile HP con processore Intel I7 e 12 Giga di RAM.

L'analisi è stata effettuata su un hard disk interno da un Terabyte, su una scheda SD, su una pendrive e su un hard disk interno smontato da un portatile non funzionante e collegato tramite adattatore esterno. Il test è stato superato su tutti i dispositivi!

Per scaricare il programma apriamo il seguente link e clicchiamo sul pulsante Prova gratuita per eseguire il download:
https://it.easeus.com/data-recovery-software/data-recovery-wizard.html



Scarichiamo il file di installazione
:



Eseguiamolo con un doppio clic:



Clicchiamo su Esegui per proseguire:



Il programma è multilingua; la lingua Italiana è preselezionata:



Seguiamo la procedura guidata come mostrato nelle immagini di seguito:
 

1) Clicchiamo sul pulsante Avanti per avviare l'installazione: 2) Accettiamo i termini del Contratto di licenza:
3) Selezioniamo la cartella di installazione del programma e confermiamo: 4) Selezioniamo la cartella nel Menu di Avvio:

Fate attenzione al messaggio di avviso. Sarebbe bene installare il programma su un secondo disco o su una partizione per evitare ulteriori perdite di dati dal disco da cui vogliamo recuperare i file. Nel tutorial l'ho installato nell'hard disk principale in quanto si tratta di un test.

 
5) Scegliamo se creare un'icona sul desktop e sulla barra di Avvio veloce: 6) Avviamo l'installazione vera e propria cliccando sul pulsante Installa:

Clicchiamo infine sul pulsante Completa per portare a termine il processo di installazione:



Al termine si aprirà la seguente finestra di conferma sul sito ufficiale del programma:




=================
Avviamo il programma
=================

Ecco l'interfaccia di EaseUS Data Recovery Wizard. E' possibile selezionare il disco su cui effettuare la ricerca o un percorso specifico:



Tra i dispositivi in elenco risultano una scheda di memoria di tipo SD (NIKON D90 F:) e una pendrive (Disco locale G:).


Effettuerò la ricerca nell'intero disco C. Selezioniamo il disco e clicchiamo sul pulsante Scansione.

Nella barra di stato in basso a sinistra possiamo visualizzare il tempo rimanente della scansione. E' possibile mettere in pausa o terminare la scansione cliccando sui relativi pulsanti:



Più è grande il disco da scansionare più sarà maggiore il tempo di scansione.

Al termine comparirà il seguente messaggio di conferma:



Durante il processo di scansione è possibile continuare ad utilizzare il computer e cominciare a spulciare tra i risultati.

La finestra del programma è strutturata in stile Gestione risorse di Windows, per cui a sinistra è presente un elenco gerarchico delle cartelle e a destra viene mostrato il contenuto delle stesse.

Al termine della scansione è possibile filtrare i risultati per categoria di file dall'apposito menu:



I nomi dei files trovati sono sequenziali e numerici. E' possibile filtrare i risultati per Nome, Dimensione, Data (se disponibile), Tipo e Percorso:



Il pannellino in alto a destra consente di cambiare le opzioni di visualizzazione dei risultati della ricerca.

L'icona dell'occhio consente l'anteprima ingrandita sull'elemento selezionato. Le altre opzioni sono lcone grandi/Dettagli/Pannello anteprima



Icone grandi:



Dettagli:



Pannello di anteprima:




============================
Come visualizzare e recuperare un file
============================

Per visualizzare un file basta selezionarlo e cliccarci sopra 2 volte:



Nel caso in cui l'anteprima non sia disponibile comparirà la seguente finestra:


Nel caso in cui sia disponibile si aprirà direttamente nel lettore integrato (nell'esempio un vecchio video di qualche anno fa di mia moglie sotto la neve! Il video era stato cancellato e smistato su un dispositivo esterno):



Per completare il recupero basta cliccare sull'apposito pulstante Recupera. La versione trial del programma consente solo di vedere l'anteprima del file. Per poterlo recuperare occorre passare alla versione PRO come confermato da questa finestra:



Di seguito l'esempio di una foto recuperata. E' possibile spostarsi a destra e a sinistra con le frecce per visualizzare le voci correlate:



Il motore di ricerca interno permette di effettuare una ricerca per parola chiave filtrando i risultati per tipologia di files andando nella sezione Altri File:



Ecco un esempio di file con estensione.doc recuperato (come possiamo vedere anche questo tipo di file viene visualizzato all'interno del programma):



Quando abbiamo terminato è possibile salvare il risultato della scansione nel momento in cui chiudiamo il programma:



Assegnamo un nome o lasciamo quello generato dal programma:



Terminiamo cliccando sul pulstante Ho capito:




Nel caso in cui vogliamo importare una scansione completata in precedenza basta aprire il programma e cliccare sull'icona evidenziata dall'immagine in alto a destra:



Selezioniamo il file relativo alla scansione e clicchiamo sul pulsante Apri:



Attendiamo qualche secondo:



Clicchiamo quindi sul pulstante Visualizza:



Adesso possiamo recuperare con calma i file che ci interessano:



Ogni volta che chiudiamo il programma è possibile lasciare un feedback agli sviluppatori:



In conclusione posso confermare che il programma funziona benissimo, è molto veloce e inuitivo. Assolutamente consigliato!

Categorie tutorial