Come attivare online la carta BancoPosta

Avete la carta BancoPosta in scadenza? Poste Italiane provvederà ad inviare automaticamente la nuova carta circa un mese prima della data di scadenza. Non è necessario quindi richiedere la sostituzione telefonicamente o presso un ufficio postale. La nuova carta verrà spedita al domicilio con posta ordinaria. Il PIN sarà lo stesso della carta precedente.

Per poter utilizzare la nuova carta è necessario attivarla. L'attivazione è possibile in due modi:

-Presso uno sportello (ATM) di Poste Italiane
-Direttamente online sul sito delle Poste

In questo tutorial vi spiego come attivare online la nuova carta. La procedura è semplice e veloce. Ricordate che verrà richiesto il codice SPID per confermare le operazioni online. Se non ne avete uno, in questi articoli vi spiego come attivarlo con Poste Italiane:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-attivare-da-zero-lo-spid-di-poste-italiane
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-attivare-lo-spid-di-poste-italiane-su-cellulare-certificato

Veniamo al tutorial. Per prima cosa collegatevi al sito di Poste Italiane:
https://www.poste.it/

Nella sezione SERVIZI ONLINE cliccate su IMPOSTAZIONI FUNZIONALITA' LE MIE CARTE:



Verrete trasferiti al portale per la gestione delle carte:
https://lemiecarte.poste.it/private/cruscotto/home.shtml

La nuova carta sarà già presente nell'elenco di quelle disponibili (CARTA BP). La carta POSTAMAT è quella in scadenza che verrà sostituita. Cliccate su ATTIVA CARTA per andare avanti:



Partirà una procedura guidata in 3 passaggi; cliccate sul pulsante CONTINUA per proseguire:



Aprite l'APP BancoPosta sullo smartphone; cliccate sul pulsante PROSEGUI; riceverete una notifica di accesso:



Il sistema avvisa di verificare il vostro smartphone:



 Se non compare il messaggio di notifica cliccate sul menu a sinistra dell'APP BancoPosta e selezionate la voce Bacheca:



Nella sezione NOTIFICHE potete trovare il messaggio con la richiesta di accesso; cliccateci ed inserite il codice SPID:



Dopo l'inserimento dello SPID comparirà la seguente schermata. L'attivazione è completata. Cliccate sul pulsante CONTINUA:



Poste Italiane informa che per autorizzare le future operazioni online bisognerà utilizzare l'APP BancoPosta in sostituzione dell'APP PosteID:



Tornerete nella sezione principale; la carta POSTAMAT (quella in scadenza) non sarà più in elenco:



Se cliccate su VISUALIZZA saranno disponibili le impostazioni della carta (la DATA ATTIVAZIONE è quella in cui avete completato l'abilitazione online). Da questa sezione è possibile gestire ed attivare la possibilità di effettuare pagamenti online:



Nella bacheca del sito di Poste Italiane riceverete un messaggio di conferma attivazione:



Riceverete una conferma anche sull'APP BancoPosta:



Per tutte le info sulla carta BancoPosta potete visitare il sito ufficiale di Poste Italiane:
https://www.poste.it/prodotti/carta-bancoposta.html

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Qualche giorno fa ho aggiornato l'applicazione 4k Video Downloader (di cui vi ho parlato in questo articolo). Scaricato l'aggiornamento all'ultima versione (la 4.12.4) al momento dell'installazione mi è comparso il seguente messaggio di errore:

"Impossibile avviare il programma perchè api-ms-win-crt-runtime-l1-1-0.dll non è presente nel computer. Per risolvere il problema, provare a reinstallare il programma".



Il problema si è presentato su Windows 7 Ultimate SP1 64 bit.

Di seguito elenco le procedure che solitamente si utilizzano quando si presenta questo messaggio di errore.

 

CONSIGLIO
Per sicurezza create sempre un punto di ripristino del Sistema o fate un backup del registro prima di qualsiasi aggiornamento.


Nel mio caso non hanno funzionato (più avanti vi spiego come ho risolto il problema):

-Reinstallazione del programma come suggerito.
-Copiare il file dll richiesto da un altro PC (con lo stesso Sistema Operativo) o scaricarlo dal sito https://www.dll-files.com/. La copia va effettuata nelle cartelle System32 e SysWOW64 (in base alla versione del Sistema Operativo che utilizzate).
-Disinstallare e reinstallare Microsoft Visual C++ 2015 Redistributable (x64):



-Ripristinare l'installazione di Microsoft Visual C++ 2015 Redistributable (x64) (o 32 bit) dal Pannello di Controllo. Basta selezionare il programma da rimuovere e cliccare su Cambia:



Comparirà la seguente finestra. Cliccate sul pulsante Ripristina per proseguire:



-Utilizzare il programma eseguibile Visual C++ Redist Installer V56 (un installatore automatico per Visual C++ che rimuove e ripristina Visual C++)



-Aggiornare il Sistema Operativo tramite Windows Update (anche se non è detto che funzioni al 100%).

LA SOLUZIONE CHE HO UTILIZZATO

Se per qualche motivo non è possibile utilizzare Windows Update, potete procedere con l'installazione manuale del file Windows6.1-KB2999226-x64 (Aggiornamento di Universal C Runtime o CRT).

Questo aggiornamento consente alle applicazioni Desktop che dipendono da Universal CRT di Windows 10 di poter girare su sistemi operativi Windows precedenti.

Per le informazioni sull'aggiornamento potete visitare il sito ufficiale di Microsoft a questo link:

https://support.microsoft.com/en-us/help/2999226/update-for-universal-c-runtime-in-windows

Se l'aggiornamento dovesse essere già installato comparirà il seguente messaggio:



Questa è la pagina da cui potete effettuare il download:
https://www.microsoft.com/it-IT/download/details.aspx?id=49093

Potete scaricare il file anche cliccando qui

Installatelo con un doppio clic e dovreste aver risolto il problema.



Cliccate sul pulsante Chiudi per terminare:



Nel mio caso non è stato necessario riavviare il Sistema ma vi consiglio comunque di farlo.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Infografiche


In questa nuova sezione potete trovare delle infografiche su alcuni trucchi veloci da salvare e condividere!

Oggi vi spiego come disattivare la pubblicità su µTorrent. Il test è stato effettuato sulla versione 3.5.5 (build 45291) a 32 bit.

Questa è la schermata prima di seguire la procedura di disattivazione. Ho evidenziato l'area in cui si trova la pubblicità:



Cliccate sul menu Opzioni e poi su Impostazioni:



Dalla sezione a sinistra selezionate la voce Avanzate:



Nel campo Filtro scrivete bt.enable:



Selezionate la voce bt.enable_pulse e impostate il valore da true a false (potete farlo anche con un doppio clic). Confermate cliccando sul pulsante OK:



Ripetete la stessa operazione anche per le seguenti voci:

gui.show_plus_upsell
sponsored_torrent_offer_enabled
gui.show_notorrents_node
offers.content_offer_autoexec

Il risultato sarà un'interfaccia priva di pubblicità (non è necessario riavviare µTorrent):



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

In questo tutorial vi ho spiegato come registrare uno screenshot del PC con lo strumento incluso nella suite Movavi Video Suite 2020:
https://www.computermania.org/tutorial/informatica/come-creare-e-gestire-uno-screenshot-con-movavi

Oggi vi spiego come registrare un qualsiasi video in streaming (audio incluso) con lo strumento Registra schermo, lo stesso utilizzato per la registrazione degli screenshots presente in Movavi Video Suite 2020. Questo strumento può essere utilizzato anche per realizzare un video tutorial. E' possibile registrare tutto quello che viene visualizzato sullo schermo del PC. E' inoltre possibile autoriprendersi con una webcam e sovrapporre la registrazione sul video principale in una finestrella.


 

DISCLAIMER

scaricare E CONDIVIDERE SU INTERNET materiale protetto da diritto d’autore è illegale. Non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità sull'uso delle informazioni presenti nell’articolo. IL TUTORIAL E' A SCOPO DIDATTICO.



Avviate Movavi Video Suite. Tra gli strumenti disponibili nella sezione Video potete trovare Registra lo schermo del computer. Cliccate sul pulsante Avvia per eseguire il tool:




Si aprirà un piccolo pannello di controllo che potete posizionare su uno dei bordi dello schermo (sia in orizzontale che in verticale).



Ho effettuato il test sul sito di Mediaset (diretta streaming):
https://www.mediasetplay.mediaset.it

La procedura è valida per ogni sito di streaming video.

Avviate il video a tutto schermo e cliccate sull'icona della telecamera:



Selezionate l'area da registrare. Il programma utilizzerà la risoluzione attuale dello schermo (nel mio caso 1366x768):



E' possibile ridimensionare la selezione dell'area da registrare. Basta cliccare sulle maniglie di selezione. Al centro dello schermo comparirà un'icona con 4 frecce; cliccandoci è possibile spostare la selezione:



In basso a destra comparirà un pannello di controllo con diversi strumenti:



Per registrare cliccate sull'icona circolare di colore rosso; partirà un conto alla rovescia da 3 a zero e una sintesi dei comandi per la gestione della registrazione:



Per mettere in pausa la registrazione basta cliccare sul pulsante F9 e per stopparla sul pulsante F10. Cliccando sul pultante F8 verrà salvata in automatico una schermata del video):



In basso a destra è possibile visualizzare il tempo di registrazione:



Dopo aver cliccato sul pulsante F10 comparirà la seguente finestra:

Come impostazione predefinita il video che registrate viene salvato automaticamente in formato MKV con il nome ScreenRecorderProject.

Per cambiare nome e formato al file cliccate sul pulsante Salva con nome... in basso a destra. Il formato predefinito è MP4 ma potete cambiarlo dal menu a tendina.

Cliccate sul pulsante Salva per confermare:



Se cliccate sul pulsante Avanzata compariranno ulteriori opzioni di salvataggio. E' possibile modificare la Risoluzione, il numero di frame per secondo (FPS), la frequenza di campionamento ecc..):



Dopo aver salvato il file comparirà la seguente finestra di conferma:



Se lo desiderate è possibile editare il file video prima di salvarlo cliccando sul pulsante Apri in video editor:



Dalla finestra dell'editor è possibile effettuare tutte le modifiche che desiderate al video:



Adesso vi faccio vedere una per una le opzioni di registrazione del programma. Cliccando sul simbolo della webcam (la prima a sinistra) è possibile attivare la Webcam per registrarvi in una finestra sovrapposta al video originale (funzione utile per la realizzazione di video tutorial):



La seconda icona attiva la registrazione audio da un microfono o altro dispositivo:



La terza icona (già attiva) abilita la registrazione dell'audio di Sistema (in pratica ciò che sentiamo mentre riproduciamo il video):



Cliccando sull'icona della tastiera verranno mostrati nel video i pulsanti su cui cliccate o solo le combinazioni (opzione utile per realizzare video tutorial):





Questo è il risultato:



Cliccando sull'icona centrale verrà aggiunta nel video la visualizzazione del cursore del mouse che si muove (opzione valida per la realizzazione  di video tutorial):



L'ultima opzione serve a registrare i clic del mouse nel video:



Per modificare il percorso di salvataggio dei files basta cliccare sulle impostazioni del programma (l'icona a forma di ingranaggio):


Cliccando sul pulsante Sfoglia è possibile selezionare il percorso o la cartella che vi interessa. Da qui è possibile impostare anche il percorso di salvataggio e il formato degli screenshots:



Cliccando sulla scheda Tasti di scelta rapida è possibile modificare i pulsanti predefiniti per la gestione della registrazione:



Per disattivare il conto alla rovescia prima della registrazione basta cliccare sulla scheda Generali, mettere una spunta su Disattiva conto alla rovescia e confermare cliccando sul pulsante OK:


Cliccando sul pulsante Esc la registrazione del video attiva verrà annullata.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Alcuni gestionali web aziendali utilizzano Internet Explorer e il vecchio Flash Player per gestire l'upload dei files. Una parte di questi programmi sono datati e non compatibili con altri browser. Un applicativo che ho testato recentemente girava su Internet Explorer 11.
 
 Quando ho provato a caricare un file in upload mi si è presentato il seguente messaggio di errore:
 Controllare la versione di Adobe Flash Player installata. Necessaria almeno la 9.0.28

Per risolvere il problema basta collegarsi da Internet Explorer al sito di Adobe per scaricare il Flash Player:
https://get.adobe.com/it/flashplayer/

Verificate che le opzioni Sì, installa Google Chrome e Imposta Chrome come browser predefinito non siano abilitate se non vi interessa installare il browser di Google:



Per procedere con il download cliccate sul pulsante Scarica Flash Player nella parte inferiore della pagina:



Si presenterà la seguente schermata:



Nella sezione in basso a destra scegliete una delle opzioni disponibili per salvare il file (io ho selezionato Salva ed esegui):



Attendete qualche secondo:



Se compare il seguente messaggio Chiudete Internet Explorer e cliccate sul pulsante Continua per andare avanti:



L'installazione è andata a buon fine; cliccate sul pulsante Termina per chiudere la finestra:



Potete riavviare Internet Explorer e riprovare l'upload del file.

Se non dovesse ancora funzionare cliccate su Strumenti>Opzioni Internet>Impostazioni di sicurezza (sezione Siti attendibili) e dalla tendina selezionate Reimposta a: Medio-bassa (si presuppone che stiate utilizzando il browser solo per eseguire l'applicativo per il lavoro. Per tutte le altre operazioni online consiglio Firefox o Chrome). Confermate cliccando sul pulsante Reimposta... e poi su Applica e OK nella finestra sottostante:



Dopo aver cambiato le impostazioni di sicurezza potrebbe comparire il messaggio Le informazioni a cui la pagina sta accedendo non sono cotrollabili. Ciò implica problemi per la sicurezza. Continuare?. In questo caso è sempre necessario cliccare sul pulsante Sì per proseguire:



Per disattivare l'avviso procedete in questo modo. Cliccate su Strumenti>Opzioni Internet>Impostazioni di sicurezza (sezione Siti attendibili) impostate su Attiva l'opzione Accesso all'origine dati a livello di dominio (confermate cliccando sul pulsante OK):



Cliccate su Sì per proseguire:



Riavviate nuovamente il browser. Adesso l'upload funziona regolarmente:





Una piccola curiosità. Flash non verrà più supportato/distribuito entro fine 2020. Altri browser non lo supportano già da tempo.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 



Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

In questo tutorial vi spiego come creare degli screenshot personalizzati con lo strumento Registra schermo incluso nella pacchetto Movavi Video Suite 2020.

Prima di cominciare vi ricordo che per creare uno screenshot su Windows basta cliccare il tasto Stamp o PrtScn (Print Screen) della tastiera ed incollare in un programma di grafica per poi salvare il file (va bene anche Paint). Per "stampare" soltanto una finestra attiva basta cliccare contemporaneamente la combinazione di tasti ALT+STAMP.

C'è un altro metodo poco conosciuto: la combinazione TASTO WINDOWS+STAMP (testato su Windows 10. Su Windows 7 non funziona). In questo caso verrà creato uno screenshot che sarà salvato automaticamente nella cartella Immagini>Screenshot del computer (C:\Users\nome utente\OneDrive\Immagini\Screenshots):



Lo strumento Registra schermo incluso nella suite Movavi consente di gestire la registrazione di uno screenshot e anche la personalizzazione.

Vi faccio vedere come funziona.

Avviate Movavi Video Suite. Tra gli strumenti disponibili nella sezione Video potete trovare Registra lo schermo del computer. Cliccate sul pulsante Avvia per avviare il tool:



Si aprirà un piccolo pannello di controllo che potete posizionare su uno dei bordi dello schermo (sia in orizzontale che in verticale). Per creare uno screenshot cliccate sull'icona della macchina fotografica:



Selezionate l'area che vi interessa salvare:



A mano a mano che tracciate l'area il programma fornisce le dimensioni della selezione e quindi dell'immagine finale:



Rilasciate il mouse e compariranno le opzioni per la gestione della schermata prima di salvarla:



Cliccando sul pulsante al centro della cornice è possibile spostarla dove vi interessa; è possibile anche ridimensionarla cliccando sulle maniglie presenti sui bordi:



Gli strumenti al lato della cornice consentono la creazione di frecce, linee, forme e anche di evidenziare porzioni specifiche. E' inoltre possibile scegliere un colore tra quelli disponibili e di aumentare la dimensione dei bordi di tutti gli strumenti:



Dopo aver effettuato le modifiche cliccate sull'icona evidenziata per salvare il file:



Gli screenshot verranno salvati in questa cartella:
C:\Users\nome utente\Videos\Movavi Screen Recorder\Screenshots

Per modificare il percorso di salvataggio basta cliccare sulle impostazioni del programma (l'icona a forma di ingranaggio):



Nella sezione File selezionate la cartella di salvataggio (è possibile impostarla sia per gli screenshot che per i video). Da questa sezione è possibile scegliere anche il formato del file (quello predefinito è PNG):



E' possibile effettuare una copia dello screenshot per incollarlo in un qualsiasi programma di grafica. Basta cliccare sull'icona evidenziata:





Infine è possibile condividere lo screenshot tramite i seguenti canali cliccando sull'icona evidenziata:



Cliccando sul pulsante Esc la registrazione dello screenshot attiva verrà annullata.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

In questo articolo vi ho spiegato come abilitare l'autenticazione a due fattori su Wordpress. Oggi vi spiego come abilitare la verifica in due passaggi in Joomla.

L'abilitazione di questa funzionalità migliora la sicurezza del sito e impedisce l'utilizzo delle credenziali di accesso nel caso in cui vengano intercettate o rubate.

Il test è stato effettuato su Joomla 3.8.6 e 3.9.18.

Per prima cosa scaricate ed installate l'APP Google Authenticator da questo link:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.authenticator2&hl=it



Il plugin che gestisce l'autenticazione in due passaggi è preinstallato in Joomla ma non attivo di default. Dopo l'installazione del CMS, il sistema consiglia la lettura dei messaggi post-installazione per procedere tra le altre cose all'abilitazione della funzionalità Two Factor Authentication (2FA). Cliccate sul pulsante Leggi messaggi:



Scorrete la pagina verso il basso fino alla sezione relativa alla verifica in due passaggi (Verifica in due passaggi disponibile). Cliccate sul pulsante Abilita la verifica in due passaggi per attivare il plugin:



Tra le schede del profilo Super User è disponibile adesso l'opzione Verifica in due passaggi:



Dal menu a tendina selezionate Google Authenticator:



Verrà generato un QR code che dovete scansionare con l'APP scaricata in precedenza:





Verrà generato un codice numerico di 6 cifre; inseritelo nel campo Codice di sicurezza (fatelo entro 30 secondi prima che il codice si rigeneri):



Confermate cliccando sul pulsante Salva:



Verranno generate delle password di emergenza da utilizzare in caso di necessità al posto del codice di sicurezza (salvate con cura questi codici):



Sloggatevi dall'area di amministrazione e riloggatevi. Oltre al campo User e Password ci sarà un nuovo campo Chiave segreta; aprite l'app e copiate il codice che viene generato automatiamente; confermate cliccando su Accedi:



Nel caso in cui non venga inserita la chiave segreta comparirà il seguente messaggio di errore:



Se il plugin non dovesse essere abilitato basta cercarlo tra quelli installati ed attivarlo. Cliccate sul menu Estensioni>Plugin e cercate "Google Authenticator":



Abilitatelo e il gioco è fatto:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 





Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

L'autenticazione a due fattori o 2FA (Two-Factor Authentication) è un sistema di protezione dell'accesso ad una sezione riservata online. Rispetto al tradizionale accesso tramite l'inserimento di un nome utente e di una password, è richiesto un ulteriore codice che viene generato sul momento.

Il sistema è utilizzato da tempo dagli istituti di credito bancari che per l'accesso richiedono oltre alle credenziali una password OTP (One Time Password, password monouso) generata tramite APP o dispositivo fisico ad hoc (token).

Sui siti web, l'autenticazione a 2 fattori è una ulteriore garanzia di sicurezza per l'accesso all'area amministrativa. Su WordPress è possibile abilitare la 2FA tramite il plugin Wordfence in accoppiata con l'APP
Google Authenticator.

Vediamo come fare!

Per prima cosa scaricate ed installate l'APP Google Authenticator da questo link:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.authenticator2&hl=it


Cliccate sulla voce di menu Wordfence e su Login Security:



Si aprirà la seguente schermata:



Aprite l'APP Google Authenticator e inquadrate il QR code generato cliccando sull'opzione Leggi codice a barre (è necessario autorizzare l'APP a scattare foto cliccando su CONSENTI prima):





Un messaggio confermerà l'aggiunta dell'account:



Copiate il codice generato ed incollatelo entro 30 secondi nell'apposito campo di Wordfence; confermate cliccando sul pulsante ACTIVATE:



Il sistema consiglia di scaricare i codici di recupero nel caso in cui ci fossero problemi di autenticazione sul dispositivo o se il dispositivo stesso non dovesse più funzionare o andasse smarrito. Cliccate sul pulsante DOWNLOAD per scaricare il file in formato txt:



Salvate il file in un posto sicuro:



Si aprirà la schermata di gestione dell'autenticazione a 2 fattori (è possibile disabilitare questa funzione cliccando sul pulsante DEACTIVATE):



Per testare il funzionamento dell'autenticazione a 2 fattori sloggatevi dal sito:



Ricollegatevi alla pagina di amministrazione ed inserite le credenziali. Confermate cliccando sul pulsante Login:



Comparirà una seconda schermata di login in cui dovete inserire il codice di autenticazione di 6 numeri generato nell'APP (che dovete aprire); affrettatevi a farlo perchè il codice è valido per 30 secondi; confermate cliccando sul pulsante Log in:



Verrete reindirizzati alla Bacheca di WordPress.

====================================

ERROR Activating 2FA

Durante l'attivazione della funzionalità 2FA potrebbe comparire il seguente messaggio di errore:



Verificate le impostazioni relative all'ora del sito cliccando su Impostazioni>generali:



Verificate che il fuso orario sia impostato su Roma dal menu a tendina. Salvate per confermare ed eseguite nuovamente la procedura di attivazione dell'autenticazione a 2 fattori:



Nella schermata di Wordfence è possibile verificare l'ora del Server che deve coincidere con quella che risulta nelle impostazioni di WordPress altrimenti il Sistema darà l'errore precedente:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 





Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Oggi vi spiego come trasferire uno o più files al computer da uno smartphone Xiaomi al PC utilizzando la rete Wi-fi. La procedura funziona sia da SMARTPHONE A PC che da PC A SMARTPHONE.

Per il trasferimento verrà utilizzata l'APP ShareMe (MiDrop). L'APP  è preinstallata sul dispositivo, se così non fosse potete trovarla su Google Play a questo link:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.xiaomi.midrop&hl=it

Il test è stato effettuato su Xiaomi Readmi Note 8 Pro e su un PC con Windows 10.

Collegate lo smartphone alla rete Wi-fi e aprite l'app dalla schermata dei collegamenti che trovate a sinistra della schermata Home. Cliccate sull'icona evidenziata:



Si aprirà questa schermata (trascinate la tendina verso l'alto dalla "maniglia" evidenziata per visualizzare tutte le opzioni):



Cliccate su Condividi con il PC:




In questa schermata verrà visualizzato il nome della rete Wi-fi a cui siete collegati; cliccate sul pulsante Avvia per andare avanti:



Ci sono 2 opzioni relative al tipo di connessione: Portatile e Protetta da password. Cliccate su Portatile se non volete impostare una password (alla fine dell'articolo vi mostro come impostare una password per il trasferimento) e confermate con OK:



E' possibile collegarsi alla memoria interna o a quella esterna del dispositivo; selezionate quella che vi interessa:



Copiate l'indirizzo includendo ftp:// (ftp è il protocollo utilizzato per il trasferimento dei files):



Aprite una qualsiasi cartella del PC ed incollatelo nella barra degli indirizzi di Esplora risorse:



Confermate con Invio:



Potete navigare tra i files come in una qualsiasi cartella di Windows:



COME IMPOSTARE UNA PASSWORD PER IL TRASFERIMENTO

Dalle opzioni Tipo di connessione selesionate Protetta da password e confermate con OK:



Scegliete una password di almeno 4 caratteri e confermate con OK:



Quando eseguirete il collegamento questa volta comparirà la seguente finestra; inserite Nome utente e Password impostati in precedenza e cliccate sul pulsante Accedi:



Per terminare il collegamento cliccate sul pulsante Interrompi dello smartphone:



Nel momento il cui si interrompe la connessione al PC comparirà il seguente messaggio se provate ad aggiornare la schermata:



Chi fosse interessato all'acquisto del Readmi Note 8 Pro utilizzato per il test può trovarlo in offerta su Amazon a questo link:
https://amzn.to/2zAiaE5

Ho avuto modo di testarlo ed è un ottimo smartphone considerando il rapporto qualità/prezzo.


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


 




Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

Richiedi un tutorial