Ogni volta che effettuate una ricerca su Google vi compare un messaggio di avviso di infezione da parte del vostro antivirus? Le vostre ricerche su Google vengono dirottate sui "motori di ricerca" bingsearch.club e search.gg? Siete stati infettati da un Hijacker.

Il Browser Hijacking (dirottamento del browser), è un reindirizzamento a determinate pagine o siti web con l'obiettivo di aumentare il numero di accessi e di click in modo fraudolento, e di conseguenza incrementare i guadagni dovuti alle inserzioni pubblicitarie.

I modi per infettarsi sono diversi; spesso siamo noi stessi ad installarli quando non leggiamo con attenzione le clausole di installazione di determinati programmi gratuiti.

Dopo aver analizzato diversi PC infetti ho rilevato che la soluzione più rapida è il ripristino di Firefox (molti programmi antispyware sono risultati inefficaci).

L'opzione di ripristino non è disponibile nella versione Portable di Firefox.

Con questa procedura non si perdono nè le password salvate nè i preferiti. Verranno ripristinate le configurazioni iniziali del browser (tra cui la home page predefinita del browser) e la visualizzazione della barra dei menu (che di default non è mostrata). Verranno eliminati i componenti aggiuntivi che abbiamo installato.

Per ripristinare Firefox procedere come segue. Clicchiamo sul menu Aiuto in alto a destra e poi su Risoluzione dei problemi:




Dalla finestra che si apre clicchiamo sul pulsante Ripristina Firefox... come evidenziato nell'immagine:


Comparirà la seguente finestra di avviso; per confermare clicchiamo su Ripristina Firefox:

Attendiamo il termine del processo di ripristino. Comparirà la seguente finestra; clicchiamo sul pulsante Fine per andare avanti:



Attendiamo:

Al termine si riavvierà Firefox ripulito con la conferma dell'esito dell'operazione. Abbiamo 2 opzioni; con la prima avviamo Firefox con tutte le schede che sono state aperte al momento del reset del programma; con la seconda possiamo selezionare le schede che vogliamo avviare:





Possiamo notare che è stata generata sul desktop la seguente cartella con il backup dei dati del browser:
 
 


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Avete realizzato il vostro sito di e-commerce con Woocommerce e volete testare un acquisto e il relativo pagamento con Paypal? Oggi vi spiego come effettuare una transazione di test con la Sandbox di Paypal.

La Sandbox è un ambiente virtuale che ci consente di simulare transazioni con un account di tipo Privato e/o Business che possiamo personalizzare a nostro piacimento.

Vediamo subito come procedere. Apriamo il pannello di controllo di WordPress e clicchiamo su WooCommerce>Impostazioni:



Spostiamoci nella scheda Pagamenti:



Nella sezione Paypal clicchiamo sul pulsante Configura:


Mettiamo una spunta su Abilita la Sandbox di Paypal e salviamo la modifica cliccando sul pulsante in fondo alla pagina:



apriamo quindi il link evidenziato nell'immagine:




Si aprirà il sito dedicato agli sviluppatori di Paypal; procediamo cliccando su Log into Dashboard in alto a destra:
https://developer.paypal.com



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Inseriamo le credenziali del nostro conto Paypal personale e clicchiamo su Accedi:


Si aprirà la seguente schermata:



Sono già presenti 2 account di test, uno Personale e uno Business:



Nel tutorial creeremo un account personalizzato. Procediamo cliccando sul pulsante Create account; selezioniamo il paese e il tipo di account:





Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Scegliamo una mail, la password, se lo vogliamo nome e cognome e l'importo del conto corrente virtuale come evidenziato nell'immagine:



Nel tutorial ho "ricaricato" il conto di € 1500.

Scegliamo infine se l'account è verificato e il tipo di carta di credito. Confermiamo cliccando su Create Account:



L'account creato comparirà nell'elenco della schermata principale (la Dashboard):


A questo punto apriamo il nostro sito di e-commerce con un altro browser o slogghiamoci dalla pagina di amministrazione per simulare l'acquisto:



Clicchiamo sul pulsante CASSA:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Compiliamo i campi con i dati associati al conto creato in precedenza e clicchiamo sul pulsante Continua su Paypal:



Inseriamo le credenziali dell'account di test che abbiamo creato e clicchiamo su Accedi:



Per confermare l'acquisto clicchiamo sul pulsante Paga adesso:



Il pagamento è andato a buon fine:





Sostieni il mio sito con un acquisto qualsiasi su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl


Se clicchiamo su Dettagli vedremo ulteriori informazioni sull'acquisto:



Al termine clicchiamo sul link Torna sul sito del venditore e avremo una conferma del nostro ordine di acquisto:



Per verificare il conto virtuale dell'utente test clicchiamo a questo link e poi su Log in in alto a destra:
https://www.sandbox.paypal.com/us/home



Inseriamo le credenziali dell'account di test e clicchiamo su Log In:



Da qui è possibile vedere il saldo del conto, la cronologia degli ordini effettuati ecc...:





Dal pannello di controllo di WooCommerce possiamo invece vedere i dettagli dell'ordine:







Adesso tocca a voi sperimentare ;)

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Oggi vedremo funzione Esporta per schermi di Illustrator, che ci consente di esportare risorse di diverse dimensioni e formato con una sola azione.

Per il tutorial utilizzeremo il seguente file
:



Il nostro scopo e salvare separatamente tutte le icone dallo stesso file sorgente di partenza.

Scarichiamo il file da
questo link e apriamo il file in formato .eps con Adobe Illustrator:



Separiamo i vari livelli cliccando sull'immagine con il tasto destro del mouse e scegliendo l'opzione Separa:



Clicchiamo quindi nel menu File>Esporta>Esporta per schermi...:



Clicchiamo quidi sul pulsante Pannello Esportazione risorsa:



La finestra si chiuderà e comparirà a destra il pannello Esportazione risorsa:



A questo punto dobbiamo selezionare le icone che ci interessano e trascinarle nel pannello Esportazione risorsa come nell'immagine. Dal pannello riselezioniamo le icone che vogliamo esportare e al termine clicchiamo su Esporta in basso a destra:



Selezioniamo la cartella in cui salvare i files e abbiamo terminato:



Ecco il risultato finale:


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Oggi vi spiego come trasferire il vostro sito in WordPress da remoto in locale utilizzando il web server MAMP. Per prima cosa scarichiamo il programma dal sito ufficiale:
https://www.mamp.info/en/downloads/

È disponibile in due versioni: una versione free e una con supporto a pagamento, denominata MAMP PRO. Il file da scaricare è unico, e la versione va selezionata durante l'installazione. Io utilizzerò la versione gratuita. Questa è l'interfaccia:



Clicchiamo su Start Servers per avviare Apache e MySQL Server.

Scarichiamo i files del sito in una cartella in locale; per trasferire il sito utilizzo il client Filezilla:



Esportiamo quindi una copia del nostro database online; su Aruba apriamo il seguente link:
https://mysql.aruba.it/login/index.php?lang=it

Selezioniamo il database in uso:



Clicchiamo su Esporta:



Lasciamo le impostazioni predefinite e clicchiamo su Esegui; scegliamo quindi dove salvare il nostro database:


Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 



Apriamo la seguente directory di MAMP: C:\MAMP\htdocs

Creiamo una cartella con il nome del nostro sito in locale e copiamo qui dentro tutti i files scaricati in precedenza con Filezilla.

Apriamo quindi il seguente link: http://localhost/MAMP/

Clicchiamo su Tools>phpMyAdmin, per gestire il database del nostro sito:




Impostiamo la lingua italiana dal relativo menu:



Clicchiamo su Database, impostiamo il nome del nuovo database da creare e clicchiamo su Crea:



Adesso dobbiamo importare il database esportato in precedenza; per farlo clicchiamo su Importa:



Clicchiamo su Sfoglia... e selezioniamo il file del database scaricato in precedenza (lasciamo le impostazioni predefinite come sono):



Clicchiamo quindi su Esegui:


Apparirà il seguente messaggio di conferma:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 



Dopo l'importarzione clicchiamo su Cerca, scriviamo "home" nel campo di ricerca e selezioniamo tutte le tabelle dell'elenco. Clicchiamo quindi su Esegui:





Nel record wpji_options (o wp_options) clicchiamo su Mostra:



Clicchiamo su Modifica in corrispondenza della voce selezionata nell'immagine (relativa all'indirizzo del sito web):



Scriviamo quindi l'url del sito come nell'immagine al posto di quello presente:



Confermiamo con Esegui:



Facciamo la stessa cosa con la voce siteurl:



A questo punto apriamo il file wp-config.php che troviamo nella root del nostro sito con il programma Notepad++.



Il programma è anche in versione portable e possiamo trovarlo a questo link (si può usare anche il Blocco note di Windows):
http://www.winpenpack.com/main/download.php?view.385

Modifichiamo quindi i seguenti parametri e al termine salviamo:

define('DB_NAME', 'nomedatabase'); <--inseriamo il nome del database che abbiamo creato prima con Phpmyadmin

/** MySQL database username */ <--inseriamo root come nome utente
define('DB_USER', 'root');

/** MySQL database password */
define('DB_PASSWORD', 'root'); <--inseriamo root come
password (su altri web server, come XAMPP, si può lasciare la password vuota come di seguito: define('DB_PASSWORD', '');

/** MySQL hostname */
define('DB_HOST', 'localhost'); <--scriviamo localhost

Infine accediamo al pannello di controllo del sito e clicchiamo su Impostazioni>Permalink:



Clicchiamo semplicemente su Salva le modifiche per sovrascrivere la struttura esistente dei Permalink con l'indirizzo attuale del sito:



Abbiamo finito!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Come animare un personaggio con PowerPoint 2013

Oggi vi spiegherò come animare un personaggio con PowerPoint 2013 partendo da una serie di fotogrammi. Unirò i fotogrammi in sequenza per simulare una camminata realistica su uno sfondo che si muove in direzione opposta a quella del protagonista. Il risultato finale sarà questo:



Cominciamo subito!

Per prima cosa scarichiamo i fotogrammi del personaggio (già separati) cliccando qui. Le immagini sono in formato PNG trasparente.

A questo link trovate l'immagine originale del personaggio:
https://www.freepik.com/free-vector/character-in-red-shirt_985767.htm

Scarichiamo poi lo sfondo da qui

Apriamo PowerPoint e creiamo una nuova diapositiva vuota:


Clicchiamo sul tab INSERISCI e poi su Immagini:



Carichiamo il primo fotogramma e posizioniamolo in basso a sinistra:


Clicchiamo nuovamente su "INSERISCI" e poi su Immagini e selezioniamo tutte le altre immagini da importare:



Ecco il risultato:


  Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


A questo punto mostriamo il riquadro di selezione cliccando sulla relativa opzione:



Il risultato sarà il seguente:



Selezioniamo le singole immagini e allineamole alla prima spostandole con il mouse; PowerPoint ci aiuterà ad allinearle con le guide come nell'immagine seguente:



Il risultato sarà il seguente (come potete vedere il primo e l'ultimo fotogramma sono uguali per far si che l'animazione scorra a ripetizione in maniera fluida e senza stacchi):



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


In PowerPoint 2013 non è presente l'effetto di animazione Lampeggia; per cui dobbiamo copiarlo da una presentazione realizzata con una versione precedente del programma che possiamo scaricare da questo link. Selezioniamo il fotogramma e spostiamoci nel tab ANIMAZIONI:





Selezioniamo quindi l'opzione Copia animazione:



Selezioniamo il primo fotogramma della nostra presentazione e incolliamo l'animazione cliccandoci sopra:



Copiamo quindi l'animazione su tutti i fotogrammi (uno per volta).

A questo punto selezioniamo il secondo fotogramma e impostiamo un ritardo di 00,10 come nell'immagine:



Facciamo la stessa cosa per gli altri fotogrammi con un ritardo di 00,20 per il terzo fotogramma 00,30 per il quarto, 00,40 per il quinto e 00,50 per il sesto. Per rendere più naturale la camminata applichiamo un ritardo di 00,80 al settimo fotogramma e 00,70 all'ottavo fotogramma.

Dal Riquadro Animazione selezioniamo tutte le diapositive (selezioniamo la prima, clicchiamo sul tasto SHIFT e selezioniamo l'ultima) e clicchiamo con il tasto destro del mouse selezionando la voce  Opzioni effetto...



Impostiamo i parametri come nell'immagine e confermiamo con OK:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 



Selezioniamo con il mouse tutti i fotogrammi e dal tab FORMATO clicchiamo su Allinea>Allinea al centro orizzontalmente:



E Allinea al centro verticalmente:



Il risultato sarà il seguente:



Selezioniamo tutte le diapositive e spostiamo il personaggio a sinistra.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


A questo punto carichiamo il nostro sfondo dal tab INSERISCI e selezioniamo il file che abbiamo scaricato in precedenza:



Ridimensioniamo lo sfondo facendolo "uscire" sia a destra che a sinistra della diapositiva (aiutiamoci con lo zoom se l'immagine non entra nella schermata):



Mantenendo selezionato lo sfondo clicchiamo sul tab FORMATO e scegliamo l'opzione Porta in secondo piano per far emergere il nostro personaggio:





A questo punto selezioniamo lo sfondo nuovamente, clicchiamo sul tab ANIMAZIONE e dal menu a tendina scegliamo l'opzione Altri percorsi di animazione:



Scegliamo l'opzione Sinistra come nell'immagine; questo servirà a far muovere lo sfondo in direzione opposta a quella del personaggio:



Nella sezione Intervallo selezioniamo Con precedente con durata 12,00 e ritardo 00,00:



Dal pannello animazione selezioniamo l'animazione relativa allo sfondo e clicchiamo con il tasto destro del mouse scegliendo la voce Opzioni effetto...:



Da qui impostiamo Inizio e Fine sfumatura su 0 secondi; confermiamo con OK:



Adesso dobbiamo far muovere il personaggio verso destra.

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Selezioniamo il personaggio partendo dall'esterno:


Come abbiamo fatto prima con lo sfondo selezioniamo ANIMAZIONE, Aggiungi animazione e Altri percorsi di animazione dal menu a tendina; questa volta selezioniamo Destro:





Il risultato sarà il seguente:



Selezioniamo l'opzione Inizia con il precedente per fare in modo che l'animazione parta in automatico:



A questo punto spostiamo i singoli fotogrammi uno ad uno tenendo premuto il tasto SHIFT per mantenere la traiettoria dritta:


Selezioniamo tutte le immagini che abbiamo spostato e impostiamo una durata di 12,00



Il Riquadro Animazione risulterà come nell'immagine:



Anche in questo caso impostiamo Inizio e Fine sfumatura su 0 secondi; confermiamo con OK:



Abbiamo terminato!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Per esportare la presentazione in formato video clicchiamo su Salva>Esporta>Crea video:



Le impostazioni predefinite vanno bene così; clicchiamo sul pulsante Crea video per salvare in formato mp4:



Il video avrà una durata di 12 secondi. Se vogliamo possiamo impostare la durata dell'animazione dello sfondo a 8 secondi, in modo da farlo fermare quando il personaggio esce dalla "schermata".

Adesso tocca a voi provare! Fatemi sapere se riuscite ad animare il vostro personaggio.

Al prossimo tutorial!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Nel tutorial di oggi vi spiego come risolvere l'errore "Sito non sicuro" che compare alla sinistra della barra degli indirizzi dei browser quando apriamo un sito con il classico protocollo http://.

Il tutorial è rivolto ai webmaster che gestiscono un sito web su Aruba ed è testato su un sito realizzato con Joomla.

Nell'immagine seguente vediamo l'errore che si presenta su Google Chrome:



L'errore è dovuto alla mancanza di un certificato SSL associato al dominio che gestiamo.

'SSL' sta per Secure Sockets Layer, ed è un protocollo che rende sicuri gli scambi di dati sul web, attraverso la crittografia.

Il certificato SSL DV (Domain Validated) verifica che il dominio sia sotto il controllo del richiedente e consente la cifratura della sessione con chiavi da 128 bit o superiore.

Questo garantisce ai visitatori del sito, di completare una registrazione o una transazione in modo sicuro e protetto. Una volta installato il certificato, il tuo sito sarà raggiungibile con protocollo di comunicazione sicura su Internet (https) e mostrerà un lucchetto verde nella barra degli indirizzi. (fonte Aruba)

Da luglio 2018 qualsiasi sito privo di certificato SSL è segnalato come “non sicuro” con la versione 68 di Google Chrome.

Un sito non sicuro perde posizioni nei risultati dei motori di ricerca, e viene considerato non affidabile dagli utenti che ci navigano.

Lo stesso errore si presenta anche sugli altri browser. Nell'immagine seguente vediamo la schermata di errore su Firefox:



E su Edge:



Come risolvere il problema? Per prima cosa logghiamoci su Aruba a questo link e inseriamo le nostre credenziali:



Apriamo il pannello di controllo del sito cliccando sul relativo pulsante:



Clicchiamo sulla prima opzione nella sezione a destra del pannello di controllo:


Sostieni il mio sito con un acquisto qualsiasi su Amazon da questo link:
https://amzn.to/2P3osjl



Accettiamo le condizioni e clicchiamo sul pulsante Richiedi:



Clicchiamo su Conferma per proseguire:



Attendiamo quindi la generazione automatica:



La generazione e l'installazione del certificato è tutta gestita da Aruba. Il sito continua ad essere accessibile durante il processo che dura pochi minuti.

Al termine dell'installazione riceveremo una mail di conferma:

"
Gentile Cliente,
ti informiamo che il certificato SSL DV è stato correttamente generato e installato sul tuo sito con dominio xxx

Ti ricordiamo che, grazie al certificato, il tuo sito adesso è raggiungibile con protocollo di comunicazione sicura su Internet (https). Per consentire un accesso sicuro a tutti i tuoi utenti ti consigliamo anche di fornire sempre il link del tuo sito completo di https: xxx

In qualunque momento potrai disattivare o revocare il certificato accedendo al pannello di controllo con le tue credenziali."

Riaccediamo al pannello di controllo e clicchiamo sull'icona Certificato SSL DV:



Il certificato è attivo!



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 



Come abilitare il redirect su Joomla 3.8.x

Il redirect al protocollo https:// non è automatico su Joomla. Per fare in modo che il sito si apra automaticamente con le nuove impostazioni apriamo il pannello di controllo e clicchiamo sul menu Sistema>Configurazione globale:



Selezioniamo il TAB Server:



Nella sezione Forza HTTPS selezioniamo dal menu a tendina "Tutto il sito":



Salviamo le modifiche e abbiamo finito.

Il sito adesso risulta sicuro (l'immagine è relativa al browser Firefox):



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Oggi vi spiego come configurare Emule sul Router Sitecom X6 N900 utilizzando il protocollo UPnP e collegamento ethernet. La procedura è stata testata su Windows 10 a 64 bit+eMule 0.50a-MorphXT 12.6. Universal Plug and Play (UPnP, appunto) è un insieme di protocolli per la connessione tra dispositivi in una rete.

Per prima cosa collegatevi al pannello di controllo del router cliccando sul seguente link (inserite le credenziali se richieste):
http://sitecom.modem/

Si aprirà la seguente schermata:




Cliccate sul menu Advanced Setting e poi sulla scheda UPnP come evidenziato dalla freccia:



Abilitate il protocollo UPnP cliccando su Enable. Verificate che le impostazioni WAN Connection e LAN Connection siano quelle predefinite (come nell'immagine) e cliccate sul pulsante Save:



Cliccate quindi sulla voce di menu Firewall e sulla scheda IPv4 Filter:



Si aprirà la seguente schermata. Le caselle Enable IP Filter e Enable SPI non devono essere spuntate; se lo sono togliete la spunta e cliccate sul pulsante Submit:



Apriate Emule e cliccate sul pulsante Opzioni:



Spostatevi nella sezione Connessione:



Mettete un segno di spunta sull'opzione Usa l'UPnP per impostare le porte automaticamente:



Collegatevi ad un server. Come potete notare il vostro ID sarà alto:



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Vedi anche:
Come configurare Emule sul router ADSL TIM


Hai un'idea o una richiesta per un tutorial?
Scrivimi in privato e la valuterò per la stesura di un articolo!

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo tutorial sono a puro scopo didattico. Il webmaster non si assume alcuna responsabilità, implicita o esplicita, per qualsiasi altro uso.

Tempo fa mi è stata richiesta una guida all'emulazione di Amiga su PC. Pensando all'Amiga mi è tornato subito in mente il mitico Superfrog. Oggi vi propongo questo tutorial in cui vi spiego passo passo come procedere all'installazione e alla configurazione dell'emulatore più famoso per Amiga: WinUAE.

L'installazione è stata testata su Windows 10 a 64 bit+WinUAE 4.0.1 a 64 bit (al 16 Luglio 2018).

Per prima cosa scarichiamo l'installer delll'emulatore dal sito ufficiale:
http://www.winuae.net/download/



Avviamo il setup e seguiamo la procedura guidata:



Al termine clicchiamo su Finish:



Questo è il contenuto della cartella del programma:



Se proviamo ad avviare l'emulatore comparirà il seguente messaggio di errore:

- KS ROM v1.3 (A500,A1000,A2000) rev 34.5 (256k) [315093-02]
- KS ROM v1.3 (A3000)(SK) rev 34.5 (256k)



Questo perchè per il funzionamento dobbiamo implementare il Kiskstart, che
è il firmware di Amiga sviluppato da Commodore comprendente le componenti principali del sistema operativo AmigaOS.

Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 




Scarichiamo il firmware da questo link (Kickstart-v3.1-rev40.63-1993-Commodore-A500-A600-A2000):
https://www.ikod.se/download/



Per aumentare la compatibilità scarichiamo anche il Kickstart 1.3 (34.5) (A500-A2500-A3000-CDTV) (Commodore) (1987)[!] da questo link:
http://files.swos.eu/amiga/kickroms/



Copiamo tutti i files in una cartella e spostiamola nella directory principale del programma che si trova tui: C:/Program Files/WinUAE

Riapriamo l'emulatore e andiamo nella sezione Path; spostiamoci a destra nella sezione evidenziata nell'immagine e clicchiamo sul pulsante con i tre puntini; richiamiamo quindi la cartella che abbiamo copiato prima:

Clicchiamo sul pulsante "Seleziona cartella" (io ho creato la cartella Firmware):



A questo punto clicchiamo su RAM ed aumentiamo il valore predefinito per velocizzare il caricamento; io l'ho impostato a 4 MB:



Clicchiamo quindi su Game ports e scegliamo la combinazione di tasti della tastiera con cui interagire; nel tutorial ho scelto il Keyboard Layout B:



Infine clicchiamo su Configurations e salviamo la nostra configurazione con un nome; confermiamo cliccando sul pulsante Save:



Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 



Questo ci consente di importarla ogni volta che vogliamo (cliccando sul pulsante Load).

A questo punto scarichiamo i files del gioco da questo link cliccando su Commodore Amiga - Games ADF:
http://www.planetemu.net/machine/amiga 



Clicchiamo sulla lettera S per filtrare tutti i giochi per lettera e cerchiamo Superfrog:



Il gioco è diviso in 4 floppy; scarichiamo i 4 files evidenziati e salviamoli in una cartella che copieremo nella directory dell'emulatore (Giochi/superfrog):

Clicchiamo nella sezione "Floppy drives"  nell'emulatore, e a destra carichiamo i files relativi al gioco abilitando con un segno di spunta i drive DF0, DF1, DF2, DF3 (in base al numero di files in cui è suddiviso il gioco). Infine clicchiamo su Start:



Se non dovessimo eseguire l'ultimo passaggio, comparirebbe la seguente schermata che richiede l'inserimento del floppy:



Attendiamo:



Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Comparirà la seguente schermata; Per andare avanti clicchiamo 2 volte con il mouse e attendiamo il caricamento:



Quando compare la seguente schermata clicchiamo la combinazione di tasti TASTO WIN+G per proseguire:



Attendiamo il caricamento del gioco:



Clicchiamo sul pulsante "alt gr" 2 volte per avviare il gioco:



Per giocare basta utilizzare le 4 frecce (quella in su per saltare).

Per i più pigri esiste una versione online di Superfrog che potete trovare a questo link:
https://classicreload.com/superfrog.html

Buon divertimento!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Oggi vedremo come configurare su Android l'IP cam IPCAM30P-C01 di Digicom.

Questo dispositivo ci consente di monitorare su smartphone o tablet la nostra casa o il nostro ufficio, sia di giorno che di notte, ed ascoltare l’audio ambientale.




Per prima cosa colleghiamo la cam all'alimentazione e spostiamo l'interruttore posteriore nella posizione ON:



Colleghiamoci quindi alla "rete" Wi-Fi  "+CAM030C" (che non è altro che la cam);

Scarichiamo l'app iSecurity+ per Android. A oggi (21/09/2019) l'app non è più disponibile sul market ufficiale di Android; possiamo scaricare il file apk da qui:
https://isecurity.it.aptoide.com/
 
Salviamolo al PC e trasferiamolo sullo smartphone via bluetooth o via cavo.
 
Abilitiamo l'installazione di app da sorgenti sconosciute per procedere.
 
Dopo l'installazione apriamo l'app e selezioniamo l'opzione SET UP YOUR CAMERA:



Verrà rilevata la cam; per proseguire con la configurazione clicchiamo su SI:



Clicchiamo su Continua:



Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Verrà visualizzato sullo smartphone ciò che vede la cam; clicchiamo su Connettere la camera a Internet:



A questo punto scegliamo se configurare la cam per una connessione via Wi-Fi o Ethernet; nel tutorial ho selezionato la rete Wi-Fi:



Inseriamo la password:



A questo punto creiamo un account inserendo le informazioni richieste e clicchiamo quindi su Continua:



Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 


Se disponiamo già di un account (nel caso di reinstallazione dell'app per esempio), clicchiamo su Usa Esistente e inseriamo Nome utente e password:



Assegnamo un nome e una descrizione alla cam e clicchiamo su Continua:



Riportiamo il pulsante della cam in posizione OFF:



Abbiamo terminato:



Riceveremo una mail di conferma:



Per visualizzare l'IP cam possiamo scaricare e installare l'app Seedonk da questo link:
https://seedonk.it.aptoide.com/



Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Come configurare Emule sul router ADSL TIM

Oggi ripropongo un vecchio tutorial (revisionato e aggiornato) in cui spiego come configurare Emule sul seguente router ADSL di TIM:



Quando apriamo Emule senza procedere alla configurazione del router l'ID sarà basso:



Ma cosa comporta un ID basso? In estrema sintesi avere meno fonti a disposizione per i download e code di scaricamento più lunghe.

La procedura che segue è stata testata su Windows 10 a 64 bit+eMule 0.50a-MorphXT 12.6.

Cominciamo subito con il tutorial! Per prima cosa colleghiamoci al pannello di controllo del router cliccando sul seguente link:
192.168.1.1

Questa è la schermata principale:


=====================
Prenotazione dell'indirizzo IP
=================

Clicchiamo su Impostazioni di base e su LAN:


Selezioniamo il nome del dispositivo a cui associare l’indirizzo IP statico, e dalla tendina STATO PRENOTAZIONE scegliamo l’opzione "Prenotato". Quindi salviamo:





Per assegnare un indirizzo IP sempre uguale al dispositivo che si connette alla rete, IL DHCP
utilizza l'indirizzo fisico (MAC Address) della scheda di rete per mezzo della quale il PC si connette e naviga.

A questo punto apriamo Emule e se richiesto dalle impostazioni del Firewall di Windows consentiamo l'accesso alla rete:



Clicchiamo sull'icona Opzioni e spostiamoci nella sezione Connessione; da qui trascriviamo i numeri delle porte TCP e UDP:






Torniamo al pannello di controllo del router e clicchiamo su Impostazioni Avanzate>Port mapping:



Clicchiamo quindi sulla scheda Configurazione Port Mapping e sul pulsante AGGIUNGI della sezione Port Mapping:



Scegliamo l'opzione Personalizzato dalla tendina e scriviamo nel relativo campo la descrizione (PORTA TCP EMULE):



Come Protocollo selezioniamo TCP e scriviamo il numero della porta trascritto in precedenza. Dal menu IP DESTINAZIONE selezioniamo l'IP prenotato:


Clicchiamo sul pulsante salva e confermiamo:





Aggiungiamo adesso la porta UDP con lo stesso procedimento:


Ecco il risultato finale:



Dalle impostazioni avanzate del router selezioniamo Firewall:



Dalla scheda Configura Firewall selezioniamo Non attivo:



Adesso l'ID sarà alto:



Abbiamo finito!

Seguimi sui social per non perdere i prossimi aggiornamenti:





Sostieni il mio sito con una donazione libera su Paypal cliccando sul seguente pulsante:
 
 

Richiedi un tutorial
 Clicca qui per scoprire i servizi freelance perfetti per il tuo business!
Trova servizi di alta qualità per ogni prezzo. Nessuna tariffa oraria, solo prezzi per progetto.
Trova il freelance giusto per iniziare a lavorare sul tuo progetto in pochi minuti.